This content is not available in your region

Zelensky parla del massacro di Bucha al Parlamento irlandese

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Il presidente ucraino Zelensky
Il presidente ucraino Zelensky   -   Diritti d'autore  STR/AFP or licensors

L'impatto emotivo del massacro di Bucha investe il parlamento irlandese, sollecitato all'azione dal **presidente ucraino Volodymyr Zelensky. **

Le immagini dei cadaveri nelle strade, le fosse comuni, l'orrore delle vittime civili è un'ulteriore crimine di guerra su cui anche gli alleati della Russia, Cina e India, chiedono un'indagine approfondita.

"Il fatto è che l'occupante russo ha ucciso le persone sulla strada mentre cercavano di fuggire dalla città - rimarca Zelensky - fino ad oggi, sulle autostrade ucraine abbiamo centinaia di auto crivellate di colpi e bruciate. Il fatto è che i soldati russi non cercavano nemmeno di togliere questi corpi dalle strade. Mentre Bucha e Irpin erano sotto occupazione, i corpi giacevano semplicemente ai bordi delle strade".

Zelensky ha ringraziato l'Irlanda, Paese neutrale, per il suo sostegno al popolo ucraino e le ha chiesto di intercedere per rafforzare le sanzioni occidentali contro la Russia.

"Alcuni leader politici e imprenditori pensano ancora che il conflitto e i crimini di guerra non siano qualcosa di così terribile come le perdite finanziarie - dice Zelensky all'assemblea irlandese - Sono sicuro che i vostri leader possano fare qualcosa di diverso e cambiare questo approccio".

L'appello del presidente ucraino poggia sul dramma vissuto dalla popolazione civile: la Russia - dice - non può usare la morsa della fame come arma di guerra, mettendo sotto assedio le città e bombardando i magazzini di cibo.