This content is not available in your region

Guerra in Ucraina: prime evacuazioni a Sumy. Onu, verso 5 milioni di rifugiati

Access to the comments Commenti
Di Giulia Avataneo
euronews_icons_loading
Guerra in Ucraina: prime evacuazioni a Sumy. Onu, verso 5 milioni di rifugiati
Diritti d'autore  AP Photo

Dopo una notte di pesanti bombardamenti, alcuni autobus stracolmi sono riusciti a fuggire da Sumy per raggiungere la città ucraina di Poltava, attraverso un corridoio umanitario.

Tra gli evacuati c'è un gruppo di studenti stranieri provenienti da India e Cina.

I tentativi di portare in salvo la popolazione dalle città assediate negli ultimi giorni erano falliti, fra le accuse reciproche di aver infranto il cessate il fuoco.

Il ministero della Difesa russo ha annunciato che gli attacchi sarebbero cessati martedì per consentire alla popolazione civile di mettersi in salvo anche a Kiev, Chernigov, Sumy, Kharkiv e Mariupol.

In fuga sotto le bombe

Le drammatiche scene di fuga viste a Irping, a ovest di Kiev, si ripetono. Spesso i civili devono attraversare zone pesantemente colpite dai bombardamenti o ponti che sono stati fatti saltare per impedire l'avanzata delle truppe russe. Fra le persone in fuga ci sono anziani, bambini e invalidi. 

"Come si può parlare di umanità mentre il nostro Paese viene distrutto? - dice una donna piangendo - Siamo una nazione piccola ma abbiamo tutto e stiamo bene. Come può il mondo intero permettere che il nostro paese sia cancellato dalla faccia della terra?".

"Cancellati dalla faccia della terra"

Il numero di rifugiati in fuga dall'Ucraina continua a crescere. Secondo le Nazioni Unite, ha superato i 2 milioni, con la Polonia che ne ha accolto la metà da sola, seguita da Ungheria, Slovacchia e Russia.

Cambiano gli scenari per chi ha lasciato il paese, ma il dramma, immenso, è per tutti uguale. L'invasione russa dell'Ucraina secondo l'Onu ha provocato il più veloce esodo di rifugiati dalla seconda guerra mondiale. A meno una tregua potrebbe superare i 5 milioni.