This content is not available in your region

Guerra in Ucraina. Il presidente Zelensky alla UE: "Chiediamo di entrare con una procedura speciale"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Guerra in Ucraina. Il presidente Zelensky alla UE: "Chiediamo di entrare con una procedura speciale"
Diritti d'autore  Vadim Ghirda/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Nuovi bombardamenti su Kiev. Rinforzi a Mosca in arrivo dalla Bielorussia

Qualche ora appena di tregua e poi le sirene sono tornate ad accompagnare nuovi bombardamenti a Kiev. Poco prima dell'alba forti esplosioni sono state registrate anche a Kharkhiv, la seconda città del paese. Nella serata di domenica era caduta la città costiera di Berdyansk, sul Mar d'Azov. I servizi ucraini sostengono intanto che rinforzi alla Russia stiano intanto arrivando dalla Bielorussia, che dopo l'allerta di Mosca al suo sistema difensivo nucleare, nella notte ha riaffermato la sua solidarietà al Cremlino, votando in parlamento il via libera ad ospitare armi nucleari.

Il presidente Zelensky: "La Russia ha mostrato cosa è diventata"

"La prossime 24 ore saranno decisive", aveva detto Zelensky in un colloquio telefonico con il premier britannico Boris Johnson. Poi un nuovo accorato intervento, in cui ha detto che l'Ucraina sta vivendo orrori ad altri paesi sconosciuti ormai da decenni. "Gli ucraini hanno mostrato al mondo chi sono. E la Russia che cosa è diventata". 16 i bambini uccisi dai bombardamenti russi e 45 quelli feriti, aggiunge. "L'Unione Europea ha deciso di aiutarci fornendoci delle armi e le siamo grati - ha detto ancora Zelensky -. Mosca non credeva in tanta solidarietàe in una reazione così forte". Il presidente ucraino ha poi subito risposto all'apertura della presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, che a euronews ha detto di volere l'Ucraina nell'Unione. "Chiediamo quindi di poterla integrare subito grazie a una procedura speciale - l'appello di Zelensky -. Il nostro obiettivo è di essere insieme a tutti gli altri paesi europei e, soprattutto, di essere in una posizione di parità". Dal capo di stato ucraino, poi, anche un appello all'opinione pubblica russa: "La popolazione soffre come se fosse in guerra - le sue parole -. Madri, insegnanti, imprenditori: chiedetevi però, allora, 'perché tutto questo?'".

Chiediamo di poter integrare subito l'Unione Europea grazie a una procedura speciale. Il nostro obiettivo è essere sullo stesso piano degli altri paesi membri
Volodymyr Zelenskyj
Presidente ucraino

Negoziati in Bielorussia. Kiev chiede cessate il fuoco immediato e ritiro delle truppe russe

Al via, intanto, i negoziati in Bielorussia sollecitati da Mosca. Presente anche il magnate russo proprietario del Chelsea Roman Abramovich, su richiesta dell'Ucraina. L'oligarca ha origini ucraine ed ebraiche. Pur dicendosi scettico sui risultati, Zelensky aveva finito domenica per accettare la proposta, al fine di non lasciare intentata alcuna possibilità. "Esigiamo il cessate il fuoco immediato e il ritiro delle truppe russe", ha fatto sapere in mattinata la presidenza ucraina, all'arrivo della sua delegazione. Ieri l'annuncio che ai negoziati, nella regione di Pripriat, non lontano da Chernobyl, Kiev non avrebbe posto condizioni.

SERGEY BOBOK/AFP or licensors
Un blindato russo in fiamme a Kharkiv, dove nella notte tra il 26 e il 27 febbraio si sono udite forti esplosioniSERGEY BOBOK/AFP or licensors

Sostegno UE all'Ucraina: finanziamento alle armi e chiusura dei cieli

L'Unione Europea replica con il via libera senza precedenti al finanziamento di armi da inviare all'Ucraina. Una misura accompagnata anche dalla chiusura del suo spazio aereo ai voli russi e al bando di media controllati dal Cremlino, come Russia Today e Sputnik. "L'Ucraina è dei nostri - aveva detto a euronews la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen - vogliamo che entrino nell'Unione Europea". Le sanzioni occidentali e l'esclusione selettiva delle banche russe dal circuito dei pagamenti Swift fanno intanto tremare il rublo, che in apertura affonda e tocca nuovi minimi sul dollaro.

Guerra in Ucraina: oggi un'assemblea generale speciale delle Nazioni Unite

Per la prima volta da 40 anni a questa parte, il Consiglio di Sicurezza ONU ha intanto convocato per oggi un'assemblea generale speciale delle Nazioni Unite. Contraria ovviamente la Russia, ad astenersi e ribadire l'esitazione a schierarsi apertamente nel conflitto è stata fra gli altri anche la Cina.