This content is not available in your region

Guerra in Ucraina: oltre 2 milioni in fuga dalle bombe russe

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Guerra in Ucraina: oltre 2 milioni in fuga dalle bombe russe
Diritti d'autore  AFP

Guerra in Ucraina. I profughi superano quota 2 milioni

Centinaia di migliaia in più già solo rispetto a ieri. I bombardamenti russi in Ucraina continuano a gonfiare le fila delle persone in fuga, portando oggi i numeri a superare la barra dei 2 milioni. Ad affermarlo, dopo una visita nella regione, è stato l'alto commissario ONU per i rifugiati, Filippo Grandi. 

Denuncia USA alle Nazioni Unite: "A pagare sono soprattutto anziani, bambini e persone con disabilità"

Urgenza ribadita a più voci: garantire le condizioni per l'accesso degli aiuti umanitari. "Le città ucraine sono sotto assedio - ha detto Linda Thomas-Greenfield, ambasciatrice USA alle Nazioni Unite -. Vengono costantemente bombardate dai russi. Gli ospedali sono ormai a corto di materiali, il cibo scarseggia e il numero delle vittime civili continua ad aumentare, mentre le popolazioni più fragili - gli anziani, i bambini, chi soffre di disabilità - sono esposti a sofferenze sempre crescenti". 

Appello delle Nazioni Unite: "Urgente la creazione di corridoi per gli aiuti umanitari"

"C'è urgente bisogno di istituire dei corridoi per garantire l'accesso di aiuti umanitari nelle zone coinvolte dal conflitto - le parole di Martin Griffiths, sottosegretario generale ONU per gli affari umanitari -. I civili, in città come Mariupol, Kharkiv e Melitopol hanno disperato bisogno in particolare di medicinali e kit salva-vita come quelli inviati negli scorsi giorni dall'Organizzazione Mondiale per la Sanità". 

AFP
Ucraini in fuga al confine con la PoloniaAFP

Oltre un milione di profughi in Polonia. Cracovia istituisce un fondo da 1,6 milioni di euro

Oltre la metà dei profughi in provenienza dall'Ucraina sono ora in Polonia, al momento destinazione di più di un milione di persone. I numeri crescono però anche in Ungheria e Slovacchia dove gli arrivi rispettivamente, hanno raggiunto i 180.000 e si approssimano ormai ai 130.000. Già estremamente mobilitata per l'accoglienza dei profughi dall'Ucraina, Cracovia ha ora anche approvato una bozza di disegno di legge, che riserva all'accoglienza fondi pari ad oltre 1,6 milioni di euro.