This content is not available in your region

Anche in Bulgaria cresce il numero dei rifugiati ucraini

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Anche in Bulgaria cresce il numero dei rifugiati ucraini
Diritti d'autore  Andreea Alexandru/Associated Press

Secondo l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite sono oltre 150mila gli ucraini già fuggiti dal Paese dopo l'invasione russa.
Un esodo incessante, dopo tre giorni di conflitto, principalmente verso Polonia, Ungheria, Moldavia, Slovacchia e Romania.

I numeri sono in continuo aumento.

Claudiu Popa, corrispondente di Euronews in Romania, descrive una situazione critica: "Al confine con l'Ucraina, nella parte settentrionale della Romania, abbiamo visto solo nelle ultime due ore centinaia di rifugiati entrare nel Paese, in auto o a piedi, portando i propri bagagli. Molte donne con bambini, ma anche uomini. E nel momento in cui entrano in Romania vengono accolti perché tutti qui chiedono: 'Avete bisogno di qualcosa? Avete bisogno di aiuto? Avete sete, avete fame? Possiamo offrirvi un alloggio o un trasporto?'. Qui, alla frontiera, ci sono centinaia di volontari, rappresentanti delle autorità e delle Ong. Tutti offrono qualcosa e di solito è gratis, per i rifugiati. Chi scappa ha alcune opzioni. Può chiedere asilo qui in Romania, può decidere se rimanere stanotte o per un paio di notti. Di solito, la maggior parte di loro semplicemente continua per la sua strada. Vanno in paesi come la Polonia, l'Italia o la Germania. Quindi, qui, è solo un posto dove prendere fiato e proseguire il cammino. Le autorità rumene ci hanno informato che nelle ultime 24 oresono entrati in Romania circa 14-15 mila cittadini ucraini. E, per avere un'idea più chiara, la distanza tra qui, confine ucraino-rumeno, e Kiev è di soli 500 km".

Anche la Slovacchia accoglie i rifugiati. Nelle ultime 24 ore sono arrivate  oltre 10mila persone dall'Ucraina. 

Ad arrivare sono in particolare donne e bambini. Gli uomini dai 18 ai 60 anni sono soggetti alla mobilitazione generale.

Da giovedì la Polonia ha visto l'ingresso di circa 115mila i cittadini ucraini. Lo ha dichiarato il viceministro dell'Interno Pawel Szefernaker.