This content is not available in your region

La rinascita di Pompei grazie ai fondi europei, in attesa del ritorno del grande turismo

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Gli scavi di Pompei
Gli scavi di Pompei   -   Diritti d'autore  AP Photo

Nel 2010 il sito archeologico di Pompei rischiò di cadere in disgrazia una seconda volta, sotto il peso non più della lava bollente ma dell'incuria e la cattiva gestione rischiando persino di perdere la prestigiosa egida dell'Unesco.  Ma gli scavi tornano a risplendere grazie al lavoro di grandi e appassionati professionisti.

Un lavoro di grande precisione quello svolto di restauratori e archeologi, come ci raccontano le testimonianze di questo video.  Sotto la direzione di un nuovo managemant sono ricominciate le opere di restauro : lavoro manuale accuratissimo che oggi viene però abbinato alle nuove tecniche disponibili  e alla tecnoologia senza perdere il senso della meraviglia che accompagna le nuove scoperte.

I finanziamenti

Il Grande Progetto Pompei - per un ammontare di circa 100 milioni di euro di fondi dell'Unione Europea, con la condizione che gli aiuti siano spesi rapidamente ed efficacemente - ha contribuito in modo cruciale alla messa in sicurezza delle rovine e alla ripresa dell'attività di scavo. Fondamentale però  sarà anche il rilancio turistico post pandemia , per rispristinare un flusso di cassa vitale per la ricerca e il restauro.

In via di definizione c'è anche un'attività di crowd founding per coinvolgere il mondo intero nella rinascita di Pompei