This content is not available in your region

Europa liberata dalle marce della libertà

Access to the comments Commenti
Di euronews e ansa
euronews_icons_loading
Europa liberata dalle marce della libertà
Diritti d'autore  أ ف ب

Sono cessate in serata le manifestazioni di sabato che in diverse città europee si sono ispirate al convoglio della libertà canadese contro le restrizioni per il coronavirus. Sotto la minaccia di arresto, se non avessero sgomberato il centro direzionale de l'Aia nei Paesi bassi, i gruppi di dimostranti hanno fatto fagotto dopo diversi tafferugli con le forze dell'ordine. Come nella capitale canadese Ottawa i manifestati sono giunti a bordo di auto e camion per congestionare le vie della città olandese.

Parigi con l'incubo dei gilet gialli

A Parigi la polizia ha lanciato i gas lacrimogeni contro i manifestanti che erano riusciti a raggiungere gli Champs Elysées per protestare contro le restrizioni adottate in pandemia. In realtà solo poche dozzine di veicoli erano riusciti a superare i tanti posti di blocco della polizia allestiti nelle principali arterie parigine. Non sono mancati gli arresti di coloro che sono giunti armati di coltelli, martelli e altri oggetti contundenti.

La rivolta anche a Zurigo

Nella città di Zurigo la dimostrazione non era stata autorizzata. La polizia elvetica ha usato cannoni ad acqua e proiettili di gomma. La pandemia ha evidentemente inasprito i contrasti fra due ali della società: chi approva i vaccini e chi no, ma il concetto di libertà inalberato da tanti manifestati in così diverse parti del mondo lascia non pochi dubbi nell'animo di tanti.