Giorno ricordo: abbattuta a Udine insegna per Norma Cossetto

Sindaco, violenza per negazionismi a vigilia dedica piazzale
Sindaco, violenza per negazionismi a vigilia dedica piazzale
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - UDINE, 09 FEB - E' stato abbattuto da ignoti il palo con l'insegna 'Norma Cossetto' - studentessa istriana uccisa e infoibata nell'autunno del 1943 a 23 anni - collocato in una rotonda del quartiere udinese di Sant'Osvaldo, nel piazzale che, in occasione del Giorno del Ricordo, sarà intitolato proprio alla giovane. Lo ha reso noto il Comune. "Non c'è stato nemmeno il tempo per celebrare la cerimonia di intitolazione della rotonda di Sant'Osvaldo alla memoria di Norma Cossetto, che si terrà venerdì - ha dichiarato il sindaco Pietro Fontanini - che già la violenza di una certa parte politica, che magari osa anche definirsi democratica, si è manifestata con l'abbattimento del palo recante il nome della giovane italiana violentata, torturata e uccisa dai comunisti jugoslavi". Secondo il primo cittadino, "questi sono i frutti di quel negazionismo che ancora, grazie a sedicenti storici, ammorba l'analisi delle vicende del confine orientale durante la Seconda Guerra Mondiale e impedisce alla drammatica pagina dell'esodo di diventare finalmente patrimonio di tutti gli italiani". Fontanini ha detto infine di augurarsi che "i responsabili di questo ignobile gesto vengano individuati e puniti come meritano" e di attendersi, allo stesso tempo, "una condanna unanime da parte della politica cittadina e regionale". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Medio Oriente: l'Iran lancia centinaia di droni e missili verso Israele: ferito un bambino

Guerra in Ucraina: Berlino invia Patriot a Kiev, aumentano i bambini uccisi negli attacchi

Medio Oriente: Pasdaran sequestrano nave "legata a Israele"