EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Tensioni Russia-Nato: la Svezia rinforza le difese

frame
frame Diritti d'autore frame
Diritti d'autore frame
Di euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Truppe e mezzi militari in arrivo sull'isola di Gotland

PUBBLICITÀ

Cresce la tensione tra la Russia e la Nato, e in via precauzionale la Svezia rinforza il dispositivo militare attorno all'isola di Gotland, dove da giorni stanno sbarcando truppe e mezzi militari. Gotland, la più grande delle isole svedesi, accoglie un sistema aggiornato di difesa missilistica terra-aria, e si trova nella posizione strategica del Mar Baltico, frequentemente teatro di tensioni con le forze russe.

Lo schieramento di ulteriori forze svedesi arriva dopo una settimana di negoziati infruttuosi tra la Russia e i paesi occidentali dedicati alla questione dell'eventuale allargamento della NATO all'Ucraina, una ipotesi che Mosca considera "una linea rossa insuperabile".

Intanto, a Kiev il governo accusa apertamente la Russia dell'attacco hacker ai server statali. "Sono loro al 99,9 per cento", dice un ufficiale ucraino.

Non accettiamo categoricamente la comparsa dell'Alleanza Atlantica proprio vicino ai nostri confini (...) Questa è una vera linea rossa
Serguei Lavrov
ministro russo degli Esteri

Sul terreno la situazione resta all'impasse. La NATO non esclude l'adesione dell'Ucraina, e accusa la Russia, che ha schierato 10.000 unità militari lungo la frontiera, di prepararsi a invadere il paese. Ieri il ministro russo degli Esteri, Serguei Lavrov, aveva ribadito che Mosca non accetterà in alcun caso la presenza della Alleanza Atlantica ai propri confini, definendo "una seconda linea rossa" l'eventuale comparsa di basi militari occidentali nel Mare di Azov.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il Pentagono avverte: "Nessuna de-escalation, Mosca può attaccare l'Ucraina in qualsiasi momento"

Svezia, sparatoria nei pressi dell'ambasciata di Israele: diversi arresti

Il dilemma dell'Ue: dalla dipendenza dai combustibili fossili a quella dai metalli