This content is not available in your region

Germania, Bautzen: neonazisti ai cortei contro le misure anti covid-19

Access to the comments Commenti
Di Jona Källgren
euronews_icons_loading
Germania, Bautzen: neonazisti ai cortei contro le misure anti covid-19
Diritti d'autore  atrick Pleul/dpa via AP

È lunedì sera a Bautzen, una piccola cittadina situata nell'ex Germania dell'Est. Come è già successo altre sere e in molte città della Germania, centinaia di manifestanti marciano per le strade contro le restrizioni tese ad arginare il contagio da covid-19; il movimento è radicale e violento e raccoglie estremisti di destra e teppisti. Le autorità locali esprimono preoccupazione per una radicalizzazione difficile da contrastare.

Swen Hutter, professore alla Freie Universität di Berlino spiega che il pericolo viene dalla radicalizzazione all'interno del movimento: "Abbiamo notato molti più appelli alla violenza, contro i funzionari, contro i giornalisti e contro altri rappresentanti delle cosiddette opinioni dominanti. E lì possiamo vedere un pericolo", dice.

Manifestare di lunedì come si faceva ai tempi della Germania est

Manifestare di lunedì è estremamente simbolico in Germania perché era il giorno nel quale si tenevano le manifestazioni contro il regime comunista della Germania dell'est nel 1989. Il sindaco di Bautzen non condanna le persone che disapprovano certe restrizioni tese a contrastare il contagio da covid 19 ma è profondamente disturbato dalla presenza di neonazisti in questi cortei e dall'acritico silenzio di una frangia di manifestanti, non esplicitamente neonazisti, davanti ai simboli dei Reich.

Alexander Ahrens, il sindaco di Bautzen dice che "Puoi essere contro le restrizioni. E può succedere di finire in una manifestazione in cui ci sono 100 o 150 neonazisti. Ma quando li hai visti una o due volte, allora devi pensare: 'Voglio davvero stare insieme per strada con i nazisti? Voglio manifestare con i nazisti?' Lo dico molto chiaramente, non va bene, non è giusto".

Puoi essere contro le restrizioni e può succedere di finire in una manifestazione in cui ci sono 100 o 150 neonazisti. Ma quando li hai visti una o due volte, allora devi pensare: 'Voglio davvero stare insieme per strada con i nazisti?'
Alexander Ahrens
sindaco di Bautzen

Manifestazioni si svolgono e si sono svolte in uno regione tedesca e naturalmente migliaia di persone vi partecipano in modo del tutto pacifico. Si tratta di un movimento di protesta strutturato.

Swen Hutter dice che "Possiamo parlare di un vero movimento di protesta qui in Germania: nel corso del tempo abbiamo avuto diverse ondate di mobilitazione. È anche un movimento che sta diventando più strutturato e organizzato".

Solo il 15 % della popolazione sostiene le proteste

Solo il 15% circa della popolazione tedesca sostiene queste proteste che si sono tenute anche nei mesi scorsi nonostante il divieto di raggrupparsi.