EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Australia, attesa per il ricorso di Djokovic

frame
frame Diritti d'autore frame
Diritti d'autore frame
Di euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Continua l'omaggio dei fan del tennista serbo sotto l'hotel in cui è isolato da giorni

PUBBLICITÀ

Verrà decisa nell'udienza di lunedi 10 gennaio a Melbourne la sorte del campione del tennis serbo Novak Djokovic, da quattro giorni in isolamento per essere entrato in Australia, dove avrebbe dovuto disputare gli Open di tennis, senza il richiesto certificato vaccinale.

Lo sportivo, che continua a ricevere l'omaggio dei suoi tifosi, radunati davanti all'albergo che lo ospita, ha presentato ricorso contro l'espulsione dal paese e ha richiesto una deroga, affermando di essere già guarito dal covid.

Nello stesso albergo in cui è isolato Djokovic sono ristretti almeno 32 cittadini stranieri, che le autorità considerano immigrati illegali, rimasti impigliati nel rigido sistema migratorio australiano, e alcuni da anni in un sostanziale stato di detenzione.

Nei giorni scorsi la famiglia del campione aveva accusato il governo di Canberra di "tenerlo prigioniero", spingendo la ministra dell'Interno Karen Andrews a rilasciare una dichiarazione pubblica per smentirlo. "Djokovic non è prigioniero in Australia", ha detto la ministra. "E' libero di lasciare il Paese in qualsiasi momento voglia, cosa che le autorità di frontiera faciliterebbero".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Telenovela Djokovic: il ministro dell'Immigrazione pensa ancora alla cancellazione del visto

Sinner batte Medvedev: vince gli Australian Open e fa la storia del tennis

Tennis, Aryna Sabalenka trionfa all'Australian Open