This content is not available in your region

Russia, chiusura ordinata anche per il Memorial Human Rights Center

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Russia, chiusura ordinata anche per il Memorial Human Rights Center
Diritti d'autore  Alexander Zemlianichenko/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Dopo lo scioglimento di Memorial International, sancito ieri dalla Corte suprema russa, anche l'organizzazione sorella della Ong, il Memorial Human Rights Center, rischia di affrontare la stessa sorte.

Un tribunale di Mosca ne ha infatti ordinato la chiusura, accusando l'organizzazione - che è un'entità nata da una costola di Memorial International, ma giuridicamente separata - di apologia dell'estremismo e del terrorismo.

Parlando con l'Associated Press, una legale del gruppo ha detto di ritenere "ovvio" che anche stavolta la chiusura verrà ottenuta.

Secondo quanto riferito dal capo ufficio stampa del tribunale, Dmitry Oveshnikov, i diplomatici di Germania, Danimarca, Estonia, Finlandia, Lituania, Spagna, Svezia e Stati Uniti erano in tribunale questo mercoledì per assistere all'udienza.

Preoccupazione è stata espressa anche dalle maggiori associazioni umanitarie

"Questo avrà conseguenze di vasta portata per la società civile russa - ha detto Natalia Prilutskaya, di Amnesty International Russia - perché è un chiaro segnale che ulteriori azioni repressive andranno avanti. Memorial è come una cartina di tornasole in questo senso, ma è anche un segnale molto chiaro per la comunità internazionale e i cittadini di altri paesi dovrebbero essere preoccupati".