EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Alture del Golan: Israele raddoppia (le colonie)

Il premier israeliano Naftali Bennett.
Il premier israeliano Naftali Bennett. Diritti d'autore NIR ELIAS/NIR ELIAS
Diritti d'autore NIR ELIAS/NIR ELIAS
Di Cristiano TassinariEuronews - AFP
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Secondo il piano del governo del premier Naftali Bennett, nei prossimi cinque anni verranno costruite migliaia di case e due nuove colonie e altri 23.000 israeliani andranno a vivere nell'altopiano "conteso", conquistato alla Siria nel 1967 e annesso da Israele nel 1981

PUBBLICITÀ

In una riunione di gabinetto, tenuta eccezionalmente nel villaggio di Mevò Hama, sulle alture del Golan, il governo israeliano ha approvato un piano che prevede di raddoppiare il numero di colonie nel Golan, una zona strategica conquistata da Israele alla Siria nel 1967 e annessa da 40 anni.

"Un Golan israeliano è la soluzione migliore"

Wikipedia
La mappa del Golan.Wikipedia

Lo ha dichiarato il primo ministro israeliano Naftali Bennett:
"E' importante Il fatto che l'amministrazione-Trump abbia riconosciuto la sovranità israeliana sulle alture e che l'amministrazione-Biden abbia chiarito che non ci sarà nessun cambiamento nella politica americana al riguardo. Dopo dieci anni dell'orribile guerra civile in Siria, qualsiasi persona di buon senso capirebbe che un Golan israeliano, pacifico e fiorente, è preferibile a qualsiasi altra alternativa".

Il premier Bennett ha poi dovuto lasciato la riunione di governo, dopo aver appreso della positività al Covid di una delle figlie e ponendosi in autoisolamento, in attesa dell'esito del test a cui si è sottoposto.

Secondo il piano del governo di Tel Aviv, 7.300 unità abitative saranno costruite nei prossimi cinque anni nelle colonie esistenti, oltre a due nuove colonie, Assif e Matar, che accoglieranno 6.000 case.
In totale, saranno 23.000 gli abitanti israeliani in più nel Golan.

Circa 25.000 coloni israeliani vivono a tutt'oggi sull'altopiano del Golan, accanto a quei 23.000 drusi, che - per la maggior parte - si rivendicano cittadini siriani, pur avendo lo statuto di residenti in Israele.

Oded Balilty/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.
Una manifestazione dei drusi per il Golan.Oded Balilty/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.

Il piano comprende anche investimenti nelle infrastrutture, nei sistemi medici ed educativi, nonché aiuti per gli agricoltori e gli industriali.

Destinazione molto ambita per le vacanze dagli israeliani, l'altopiano del Golan possiede numerose attrazioni, che saranno sostenute dalle autorità, che vogliono rafforzare questa regione.

"Il bisogno di rinvigorire, di sviluppare e di abitare questa regione è comune", ha affermato Bennett, che è alla testa di una coalizione di governo eterogenea, composta da destra, centro, sinistra e Partito Arabo.

NIR ELIAS/NIR ELIAS
La riunione di governo israeliano. 26.12.2021.NIR ELIAS/NIR ELIAS

Storia del Golan

L'altopiano del Golan, conquistato da Israele alla Siria durante la "Guerra dei Sei Giorni" del 1967, è stato annesso il 14 dicembre 1981. Costituisce un territorio strategico per i due paesi, che sono ancora tecnicamente in guerra.

Ricco di acqua, copre la Galilee e il lago di Tiberiade dal lato controllato da Israele e la rotta verso Damasco dal lato siriano.

Nel marzo 2019, l'allora presidente americano Donald Trump aveva firmato un decreto che riconosceva ufficialmente la sovranità di Israele sull'altopiano del Golan, una decisione in rottura con la posizione degli Stati Uniti da alcuni decenni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Russia e Turchia: "Sul Golan Usa contro il diritto internazionale"

Scatena un terremoto la firma USA sulla sovranità del Golan

Golan: Trump riconosce la sovranità israeliana