This content is not available in your region

Stoltenberg (Nato): "Preoccupati per la corsa agli armamenti nello spazio". Lavrov difende Mosca

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews - Agenzie e Siti internazionali
euronews_icons_loading
Stoltenberg (Nato): "Preoccupati per la corsa agli armamenti nello spazio". Lavrov difende Mosca
Diritti d'autore  Virginia Mayo/AP

Coro internazionale di critiche a Mosca, dopo la sua ultima operazione nello spazio.

La Russia ha lanciato in orbita un nuovo tipo di missile intercettore S-550 per distruggere un suo vecchio satellite-spia dismesso, un Kosmos-1480 di quarant'anni fa, provocando una serie di detriti che stanno continuando ad orbitare, formando uno sciame di proiettili vaganti.

Gli Stati Uniti hanno apertamente parlato di "stupidità spaziale" russa.

Il ministro degli Esteri Sergei Lavrov si difende dalle accuse.

"Dichiarare che la Federazione Russa crea rischi per l'uso pacifico dello spazio è, come minimo, da ipocriti. Non ci sono prove".
Sergei Lavrov
71 anni, Ministro degli Esteri - Russia
AFP
Sergei Lavrov durante la dichiarazione di ieri.AFP

I rischi della Stazione Spaziale Internazionale

Gli esperti statunitensi hanno dichiarato che i frammenti del satellite hanno formato una nuvola di particelle e di 1.500 pezzi piccoli e grandi che hanno rappresentato una minaccia per la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e per i suoi astronauti.
A rischio anche la Stazione Spaziale cinese.

Per quanto riguarda la ISS, i sette astronauti presenti si sono dovuti rifugiati nella capsula ausiliaria - di proprietà di SpaceX -, che porta su e giù gli astronauti da Cape Canaveral. 

L'Agenzia spaziale russa Roscomos minimizza:
"Il pezzo che ha imposto al personale presente nella ISS di entrare nella navetta secondo le procedure di sicurezza previste è andato distante dall'orbita della Stazione stessa, che ora è in zona verde per quanto riguarda la sicurezza".

Corsa agli armamenti spaziali?

Ma a preoccuparsi è anche la NATO: l'operazione russa ha riacceso le preoccupazioni anche per una crescente corsa agli armamenti nello spazio.

Dichiara il Segretario Generale, Jens Stoltenberg:
"E' preoccupante, sia perché i detriti rappresentano effettivamente un rischio per l'attività civile nello spazio, ma è preoccupante anche perché dimostra che la Russia sta ora sviluppando nuovi sistemi di armi che possono abbattere i satelliti e possono distruggere importanti comunicazioni spaziali per le infrastrutture di base sulla Terra".

AFP
Il Segretario Generale della NATO, il norvegese Jens Stoltenberg.AFP

Fonti militari russe fanno sapere che la Russia sta svolgendo attività pianificate per rafforzare le proprie capacità di difesa, affermando altresi che Stati Uniti, Cina e India hanno condotto test simili nel recente passato.