ULTIM'ORA
This content is not available in your region

L'impennata dei prezzi del gas destabilizza l'economia mondiale ma c'è interesse a calmierare

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
RU
RU   -   Diritti d'autore  RTR
Dimensioni di testo Aa Aa

Il prezzo dei combustibili rischia di destabilizzare l'economia europea e non solo. I leader dell'UE analizzeranno la situazione della storica impennata del gas nel vertice di ottobre ma intanto al forum internazionale del gas di San Pietroburgo, i rappresentanti del colosso energetico russo Gazprom hanno chiarito che la crisi dei prezzi è in gran parte dovuta agli stessi europei.

Le distonie del mercato dell'energia

In questo senso si è espressa Elena Burmistrova, la responsabile delle esportazioni di Gazprom, durante un forum a San Pietroburgo. La soluzione per Burmistrova sta nella cooperazione tra produttori e consumatori in funzione di bilanciamento del mercato. "Per molti anni, l'idea che l'approvvigionamento dal gasdotto russo rendesse dipendenti da un solo fornitore rispetto al più flessibile mercato del gas liquido è stata una narrativa esclusivamente europea. Eppure la realtà dei mercati odierni dimostra che il gas flessibile è finito verso i mercati premium, mettendo gli europei in difficoltà": ha spiegato Burmistrova.

Una volatilità spaventosa

La volatilità senza precedenti nel mercato del gas europeo ha raggiunto il picco mercoledì quando i prezzi alla Borsa di Londra hanno toccato il record storico. Sono scesi solo dopo che il presidente russo Vladimir Putin aveva detto che la Russia era pronta a stabilizzare la situazione.

I contraccolpi europei

Un gruppo di eurodeputati ha sostenuto che Gazprom abbia esercitato deliberatamente pressioni sul mercato, tuttavia i partner europei del fornitore russo hanno affermato di aver rispettato pienamente i propri obblighi contrattuali. Da parte sua la Commissione europea ha promesso di elaborare misure contro l'aumento dei prezzi dell'energia - per frenare l'aumento dei prezzi dell'energia - possibilmente già a dicembre.