This content is not available in your region

A Staffolo muro della memoria per 381 vittime anni di piombo

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Inaugurato 18/9 con figlio appuntato Ricci morto in via Fani
Inaugurato 18/9 con figlio appuntato Ricci morto in via Fani

(ANSA) – STAFFOLO, 09 SET – Nasce a Staffolo, nelle Marche,
il primo “Muro della Memoria”, lungo 8 metri e formato da 8
lapidi, che ricorda i nomi delle 381 vittime del terrorismo e
delle stragi degli anni di piombo. Ai piedi del muro c‘è una
installazione in bronzo dedicata alla memoria del carabiniere
Domenico Ricci, originario di Staffolo, scorta e autista di Aldo
Moro, morto a 44 anni, nella strage di via Fani del 16 marzo del
1978. Muro e monumento saranno inaugurati il 18 settembre alle 10,
in piazza IV Novembre, da Giovanni Ricci, figlio dell’appuntato,
alla presenza di autorità civili e militari. Per il taglio del
nastro sarà letto un messaggio del presidente della Repubblica
Sergio Mattarella. Per questa iniziativa, il Comune di Staffolo
ha coinvolto l’associazione intitolata a Domenico Ricci, e il
Liceo artistico Mannucci di Jesi. A realizzare l’installazione
sono state infatti tre studentesse, Giulia Salta, Maria Zenobi e
Maria Ciuffolotti, sotto il coordinamento di Massimo Ippoliti e
su una idea progettuale di un cittadino di Staffolo, Franco
Costarelli: dalle rovine di un muro in mattoni nasce una vite, e
ai suoi piedi c‘è un orologio fisso sulle ore 9:05, il momento
della strage di via Fani. “Staffolo sarà il primo paese d’Italia
che avrà l’onore e il coraggio di raccontare queste dolorose
pagine di storia ai ragazzi – spiega Giovanni Ricci – e lo farà
attraverso la tecnologia: alla base del monumento sarà riportato
un QR code che, inquadrato con i cellulari, rimanderà alle
pagine del libro della Presidenza della Repubblica con la
narrazione dei singoli episodi”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.