ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Tutti in carrozza. È partito il Connecting Europe Express

Access to the comments Commenti
Di Filipa Soares  & Debora Gandini
euronews_icons_loading
Tutti in carrozza. È partito il Connecting Europe Express
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

E’ partito dalla stazione di Lisbona il Connecting Europe Express, il treno speciale allestito dall’Unione europea in occasione dell’Anno europeo delle ferrovie 2021. Il convoglio attraverserà il territorio dell’Unione collegando 26 paesi, percorrendo più di 20mila chilometri e toccando simbolicamente le capitali delle presidenze del Consiglio europeo. Il 7 ottobre l’arrivo a Parigi.

Con questa iniziativa, la Commissione Europea vuole promuovere i vantaggi del viaggiare in treno. Come ha ricordato anche il Commissario europeo per i trasporti, Adina Valean, Connecting Europe Express, è un laboratorio, uno spazio di confronto e incontro tra organizzazioni, cittadini, autorità regionali e locali, per discutere del ruolo del treno come mezzo di trasporto delle nostra vita.”

Il Connecting Europe Express è il risultato di una cooperazione unica tra la Commissione europea, la Comunità delle ferrovie europee (CER), operatori ferroviari europei, gestori dell'infrastruttura e numerosi altri partner a livello locale e dell'UE.

Il treno è il futuro dell'Europa

"La ferrovia non ha solo plasmato la nostra ricca storia comune, ma rappresenta anche il futuro dell'Europa, la via da seguire per attenuare i cambiamenti climatici e dare impulso alla ripresa economica post-pandemia nel contesto della creazione di un settore dei trasporti neutro in termini di emissioni di carbonio", ha affermato la Commissaria europea per i Trasporti, Adina Valean.

Il convoglio è composto da tre differenti treni per la mancanza di interoperabilità tra le linee ferroviarie dei diversi Paesi europei, dimostrazione di quanta strada sia ancora da compiere per una vera integrazione europea sotto molti fronti. Ecco perché serve, secondo Bruxelles, migliorare il sistema ferroviario in Europa e attuare ulteriori regole tecniche e commerciali.

Durante la conferenza stampa di inaugurazione, il ministro portoghese delle Infrastrutture Nuno Santos ha voluto ricordare che il Portogallo potrà essere davvero competitivo in questo settore, quello del trasporto ferroviario, solo se anche gli spagnoli collaboreranno in questa sfida. Il problema dell'interoperabilità all'interno dell'Unione Europea è sotto gli occhi di tutti.