Più Europa, più solidarietà. L'appello di Mattarella sull'Afghanistan

Piccoli afghani in fuga dalla presa del potere talibano in Patria
Piccoli afghani in fuga dalla presa del potere talibano in Patria Diritti d'autore OLIVIER DOULIERY/AFP or licensors
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

"Afghanistan e Siria ce l'hanno insegnato: serve più Europa sulla scena internazionale". Da Ventotene Mattarella auspica una maggiore presenza UE e striglia la politica: "Sconcertante che a fronte delle dichiarazioni di solidarietà non si accolgano i rifugiati"

PUBBLICITÀ

"L'Europa sia più forte e più presente sulla scena internazionale. Ce lo insegnano la vicenda siriana e ora anche quella dell'Afghanistan". A Ventotene per il 40° seminario per la formazione federalista europea, nell'isola dove 80 anni fa nacque l'idea di un'Europa unita, il presidente Mattarella sottolinea l'esigenza di una UE più forte, più presente e soprattutto più vicina alla sua vocazione alla solidarietà. 

AFP
Il presidente Mattarella a VentoteneAFP

"Sconcertante che si professi la solidarietà, ma non si accolgano i rifugiati"

"In questi giorni una cosa appare sconcertante che si registra nelle dichiarazioni di politici un po' qua e là in Europa. Esprimono grande solidarietà agli afghani che perdono libertà e diritti, ma 'che restino lì, non vengano qui perché non li accoglieremmo'. Questo non è all'altezza del ruolo storico, dei valori dell'Europa e della sua Unione".

All'Italia il primato UE dell'accoglienza

Strigliata la politica per le sue incongruenze, Mattarella ha poi condannato il corto respiro di scelte dettate dai calendari elettorali: "Solo una comune linea europea sulle migrazioni - il suo appello - può salvarci da un fenomeno incontrollabile e sottrarle al monopolio di scafisti e trafficanti di esseri umani".

Dal precipitare della situazione in Afghanistan, spetta all'Italia il primato della solidarietà: in seguito all'ultimo volo, atterrato a Roma questa domenica, salgono a 4890 i rifugiati afghani finora accolti. Circa 2000 sono stati trasferiti al centro operativo per le emergenze della Croce Rossa ad Avezzano.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Afghanistan, la storia di Akram rimpatriato in Belgio

Migranti, sì all'accordo tra Italia e Albania: esulta il governo Meloni, critiche le ong

Grande attesa per il vertice Italia - Africa: Meloni presenterà il Piano Mattei