ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Kiev: Angela, Volodymyr e il gasdotto conteso

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  AP/Ukrainian Presidential Press Office
Dimensioni di testo Aa Aa

La cancelliera tedesca Angela Merkel è volata a Kiev, per incontrare il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Il viaggio, presumibilmente l'ultimo in Ucraina in qualità di leader della Germania. arriva due giorni dopo la visita a Mosca per incontrare Vladimir Putin.

"Auspicherei un altro incontro a livello presidenziale o di leadership politica con me, il presidente francese, quello russo ed ucraino - dice - a mio parere porterebbe progressi, i nostri consiglieri dovrebbero renderlo fattibile".

"Tema prioritario dei nostri colloqui odierni -afferma invece Zelensky - è il processo di risoluzione pacifica della situazione nel Donbass.

È importante che tra Ucraina, Germania e Francia ci sia una comune posizione consolidata, noi contiamo sulla Germania, è il nostro partner più stretto in Europa , la cancelliera qui sarà sempre la benvenuta".

AP/Ukrainian Presidential Press Office
AP PhotoAP/Ukrainian Presidential Press Office

Le schermaglie sono arrivate in coincidenza del cruciale nodo relativo al gasdotto russo-tedesco Nord Stream 2, che Merkel vuole fortemente a fronte delle obiezioni dell'alleato.

"Consideriamo questo progetto esclusivamente sotto il profilo della sicurezza - dice Zelensky - e lo reputiamo una pericolosa arma geopolitica per il Cremlino".

"Abbiamo chiarito - ribatte la cancelliera - che sosterremo ulteriori sanzioni all'interno del quadro europeo se il sospetto che il gasdotto venga utilizzato come arma sarà fondato".

Il gasdotto, cui Washington si è opposto a lungo, permetterà di trasportare il gas naturale dalla Russia direttamente in Germania, senza passare dall’Ucraina.

Oltre ad ingenti perdite di natura economica, Kiev teme però che il mancato transito possa facilitare un'invasione russa.