Russia: manifestazione e arresti in vista del voto di settembre

Russia: manifestazione e arresti in vista del voto di settembre
Diritti d'autore AFP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Mosca: arresti tra i manifestanti del partito Comunista, scesi in piazza in vista delle elezioni parlamentari di settembre

PUBBLICITÀ

In Russia la piazza si scalda in vista delle elezioni parlamentari di settembre.
Durante una manifestazione, organizzata dal partito Comunista, il secondo alla Duma per numero di consensi, la Polizia ha arrestato tre manifestanti con striscioni contro il partito al potere 'Russia Unita' e a sostegno del leader dell'opposizione Alexei Navalny.

Il voto di settembre è una delle tappe che porta alle elezioni presidenziali del 2024: un test a cui il presidente Putin guarda in vista dell'ennesima, verosimile conferma.

Il 68enne leader russo, al potere da più di due decenni, ha ottenuto l'approvazione di alcune modifiche costituzionali, che gli permetterebbero - potenzialmente - di restare in sella fino al 2036.

Il partito Comunista è considerato come il principale rivale di 'Russia Unita' nelle prossime elezioni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Putin: "Abbiamo armi per colpire i Paesi occidentali"

Elezioni presidenziali russe, inizia il voto anticipato nelle aree remote dell'Estremo Oriente

Alta tensione tra Moldova e Transnistria, Tiraspol chiede l'intervento russo per i dazi