ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Cina-Canada: continua il "conflitto degli ostaggi"

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Cina-Canada: continua il "conflitto degli ostaggi"
Diritti d'autore  Mark Schiefelbein/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Un tribunale di Dandong in Cina ha condannato l'imprenditore canadese Michael Spavor a 11 anni di prigione, in un caso di spionaggio sollevato pochi giorni dopo l'arresto in Canada della direttrice finanziaria di Huawei Meng Wanzhou, effettuato su richiesta degli Usa, che ne chiedono l'estradizione.

Insieme a Spavor era stato arrestato anche l'ex diplomatico Michael Kovrig. Per il governo canadese si tratterebbe di una manovra fondata su interessi politici. L'ambasciatore canadese, Dominc Bardon: "Condanniamo con forza questa decisione presa dopo un processo legale privo di equità e trasparenza. Abbiamo sostenuto fin dall'inizio che Michael Spavor e Michael Kovrig sono detenuti arbitrariamente".

Nei giorni scorsi un'altra corte cinese aveva respinto l'appello di un terzo cittadino canadese contro la condanna a morte per reati di droga.

Secondo molti osservatori le pronunce giudiziarie nei confronti di cittadini canadesi in Cina sono da mettere in relazione con il caso delll'alta dirigente di Huawei, il cui arresto in Canada avrebbe dato origine alla cosiddetta "politica degli ostaggi", come conflitto parallelo nelle relazioni bilaterali tra Pechino e Ottawa.