ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Martinica, confinamento "rinforzato": un tasso di incidenza-Covid 5 volte superiore alla Francia

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & AFP
euronews_icons_loading
Militari francesi pronti per l'emergenza in Martinica.
Militari francesi pronti per l'emergenza in Martinica.   -   Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Confinamento "rinforzato" in Martinica, dipartimento francese d'oltremare.

Alto tasso di incidenza-Covid

L'isola, che si trova alle Antille, è stata colpita da un'improvvisa impennata di casi di Covid-19, con uno dei più alti tassi di incidenza in Francia, 1.305 casi su 100.000 abitanti, registrati in sette giorni consecutivi, tra il 19 e il 26 luglio.
Nello stesso periodo, nel resto della Francia, la media era di 207 casi.

Ora, in Martinica, mediamente ci sono circa 600 casi ogni giorno e le strutture ospedaliere sono ormai sature.

Le autorità hanno deciso la chiusura delle spiagge.
L'invito, a tutti i turisti, è di lasciare alla svelta l'isola, a cominciare dal capoluogo Fort-de-France.

AP Photo
Vita quotidiana a Fort-de-France, capoluogo della Martinica. In coda: o per il pane o per il tampone.AP Photo

Un secondo lockdown

Lo ha comunicato lunedì il Prefetto della Martinica, Stanislas Cazelles: "I negozi saranno tutti chiusi, tranne gli alimentari e le farmacie".
Già in vigore da dieci giorni il coprifuoco, dalle 8 di sera alle 5 di mattina.

I cittadini della Martinica sono, inoltre, tenuti a percorrere una distanza massima di un chilometro intorno alle loro case, rispetto ai dieci km precedenti.

"Queste regole sono severe e saranno revocate non appena la situazione sanitaria lo permetterà", ha promesso il Prefetto, garantendo una "possibile revisione tra 15 giorni".

Assolutamente necessario, infine, il ricorso, il più possibile, da parte delle aziende, allo smartworking.

Dopo l'entrata in vigore del coprifuoco, il 30 luglio, in Martinica si sono verificati scontri tra i manifestanti e la polizia,

Molto bassa la percentuale di vaccinati nelle Antille francesi: meno del 22% dei cittadini ha ricevuto la prima dose.

"Visite di crisi" nelle Antille

Nelle Antille, a Guadalupa e in Martinica - dopo l'invio dalla Francia di militari e medici - nella notte tra martedi e mercoledi, arriva il ministro d'Oltremare francese, Sebastien Lecornu.
Giovedi sarà la volta del ministro della Salute, Olivier Véran.
Sono state definite "visite di crisi".

"Questa nuova ondata è molto più forte delle precedenti e sta mettendo sotto pressione il sistema ospedaliero", ha spiegato l'entourage del ministro Lecornu, che andrà all'ospedale di Point-à-Pître non appena arriverà "per sostenere il personale infermieristico".

Il giorno dopo, dopo aver partecipato a un consiglio di difesa della salute in videoconferenza presieduto dal presidente Emmanuel Macron, Lecornu "visiterà un centro di vaccinazione e incontrerà un comitato di eletti per esaminare l'epidemia e le misure di contenimento", spiega la fonte ministeriale, precisando che "potrebbero essere fatti annunci importanti".

Giovedì, Lecornu si recherà in Martinica, dove seguirà un programma identico, con una visita all'ospedale universitario di Fort-de-France, un centro di vaccinazione e un incontro con un comitato di politici locali.

Daniel Cole/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Intanto a Marsiglia chiedono il "pass sanitaire" all'ingresso dei ristoranti...Daniel Cole/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved