ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Vaccinazione obbligatoria per il personale sanitario: Macron dice sì e Merkel dice no

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews World
euronews_icons_loading
Vaccinazione obbligatoria per il personale sanitario: Macron dice sì e Merkel dice no
Diritti d'autore  MICHAEL KAPPELER/AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

In Germania la corsa alla vaccinazione sta cominciando a rallentare, rendendo più difficile per le autorità affrontare i livelli crescenti della variante Delta.

Circa il 43% della popolazione tedesca è completamente vaccinato e la Cancelliera Angela Merkel continua ad esortare i connazionali a fare il vaccino il prima possibile.

"Non abbiamo l'intenzione di rendere il vaccino obbligatorio"

Ma, a differenza del presidente francese Macron, ha dichiarato che il governo non ha intenzione di rendere obbligatorio il vaccino per gli operatori sanitari e per altre professioni.

"Non abbiamo l'intenzione di percorrere la strada scelta dalla Francia.
Siamo all'inizio della fase in cui stiamo ancora promuovendo la vaccinazione: per ora abbiamo più vaccini che persone che vogliono essere vaccinate".
Angela Merkel
66 anni, Cancelliera della Germania dal 2005
Michael Kappeler/(c) dpa-pool
Angela Merkel durante la visita al Robert Koch Institute di Berlino.Michael Kappeler/(c) dpa-pool

Governo francese "flessibile"

Il presidente francese Emmanuel Macron ha annunciato che il personale sanitario dovrà essere obbligatoriamente vaccinato.

Il suo governo ha chiarito che cercherà di essere, comunque, flessibile nell'applicazione delle nuove restrizioni imposte ai non vaccinati.

Sarah Meyssonnier/AP
Emmanuel Macron, un uomo solo al comando.Sarah Meyssonnier/AP

Spiega Gabriel Attal, portavoce del governo francese:
"Il numero di adolescenti che hanno ricevuto il vaccino completo è attualmente basso, ed è ovviamente fuori questione imporre a loro e alle loro famiglie un'estate infernale sotto forma di pass sanitario. Per questo il ministro della Salute ne discuterà con le autorità sanitarie e scientifiche, in modo da poter comunicare regole flessibili di fronte a questa situazione".

AP Photo
Il portavoce del governo francese, Gabriel Attal.AP Photo

È bastato che Macron annunciasse l'obbligo del pass sanitario per luoghi culturali, bar, ristoranti, centri commerciali e mezzi pubblici, per registrare un boom delle prenotazioni delle vaccinazioni anti Covid.

Da quando il presidente della Repubblica francese ha parlato lunedì sera in diretta televisiva, circa 1 milione e 700mila cittadini d'oltralpe si sono affrettati a prendere appuntamento sui siti appositi. E chi non ci è riuscito, si è messo in fila dalle prime ore del mattino davanti ai centri vaccinali, nella speranza che avanzassero dosi.

"Siamo in Francia, siamo fortunati ad avere i vaccini, mentre ci sono Paesi che non riescono ad averli oggi", dice un giovane. "Penso che a volte non siamo abbastanza consapevoli di quanto siamo fortunati ad essere in Francia e poterci proteggere". "Non sono una no Vax, ma è solo per il principio della vaccinazione obbligatoria", spiega una donna. "Ognuno ha il diritto di fare quello che vuole, ma non sono assolutamente una no Vax".

Al momento circa il 37% della popolazione francese ha completato il ciclo vaccinale, con 60 milioni di dosi somministrate in totale nel Paese.

Spagna: vaccini by night

In tutta Europa, i paesi stanno cercando di accelerare i loro programmi di vaccinazione, mentre la variante Delta continua a diffondersi velocemente.

In Spagna, i giovani si sono messi in coda tutta la notte negli ospedali di Madrid che stanno eseguendo i vaccini 24 ore su 24.

AP Photo
Vaccino by night per giovani in un ospedale di Madrid.AP Photo