ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Spagna, ampio rimpasto di governo. L'annuncio del premier Pedro Sanchez

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Spagna, ampio rimpasto di governo. L'annuncio del premier Pedro Sanchez
Diritti d'autore  Susana Vera/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Una decisione che mischia le carte in Spagna. Il premier Pedro Sanchez ha annunciato un ampio rimpasto dell’attuale esecutivo, che interesserà portafogli chiave ma che riguarderà solo componenti dell'esecutivo del Partito socialista operaio spagnolo (Psoe).

Dopo l’uscita di scena di Pablo Iglesias, il leader della sinistra di Unidas Podemos, che a marzo si era dimesso da vicepresidente del governo per candidarsi a sindaco di Madrid ora arrivano altri rimescolamenti. Obiettivo del nuovo esecutivo la ripresa del paese, una volta terminata la pandemia. Come sottolineato da Sanchez si dovranno creare nuovi posti di lavoro, gestire i fondi europei per rafforzare ancora di più l'economia. La ripresa sarà green, digitale e dovrà puntare sui giovani e le donne.

Giovani, donne, green e digitale: gli obiettivo di Sanchez

Un'uscita di scena particolarmente importante è poi quella di Ivan Redondo, il capo del gabinetto del primo ministro, considerato una delle "eminenze grigie" dell’attuale governo spagnolo.

La vicepremier Carmen Calvo sarà sostituita dalla ministra dell'Economia, Nadia Calvino. Abbandona anche la ministra degli Esteri, Arancha Gonzalez Laya, che sarà sostituita da Jose Manuel Albares, attuale ambasciatore a Parigi. Lasciano il proprio posto il ministro della Cultura, Jose Manuel Rodriguez Uribes, e il ministro della Scienza e dell'Innovazione, Pedro Duque, lasciano i loro posti. Fernando Grande-Marlaska (Interno) e Margarita Robles (Difesa) manterranno, al contrario, i loro portafogli. Non subiranno invece modifiche i cinque ministeri del principale alleato di governo del Psoe.