ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Afghanistan, l'avanzata dei talebani continua

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Afghanistan, l'avanzata dei talebani continua
Diritti d'autore  HASAN SARBAKHSHIAN/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Gli americani smantellano il presidio in Afghanistan, in vista della partenza delle truppe, senza condizioni, entro l'11 settembre e nel Paese i talebani avanzano.
Numerosi territori sono adesso nelle mani dei ribelli islamisti: circa un terzo dei 421 tra distretti e centri distrettuali mentre nel nord le forze afgane sono in fuga, anche oltre il confine col Tagikistan.

Venerdì gli Stati Uniti hanno consegnato la base aerea di Bagram, il cuore della loro campagna in Afghanistan. Le poche centinaia di soldati rimasti sono ora di guardia all'ambasciata.

La Rappresentante Speciale per l’Afghanistan del Segretario generale, a capo della missione di assistenza dell’ONU nel Paese, Deborah Lyons, ha affermato che "l’intensa campagna militare" dei talebani porterà a nuove violenze e ha aggiunto che qualsiasi tentativo di instaurare con la forza un governo a Kabul andrà contro l’interesse di tutti.

Due settimane fa il tweet di Lyon: "Per sostenere gli sforzi di pace, il Consiglio di sicurezza ha concesso un'ulteriore esenzione di 90 giorni dalle sanzioni per i negoziatori talebani a Doha. L'UNAMA spera che questo tempo sia usato per fare progressi significativi nei colloqui di pace in #Afghanistan. Questa è la ragione dell'esenzione temporanea".

I colloqui di pace di Doha sono praticamente in stallo, anche se gli incontri tra le delegazioni e i talebani sono stati frequenti e confermano che i negoziati sono tuttora in corso.