Polonia: Tusk torna alla guida dell'opposizione per combattere la destra

Donald Tusk in una foto d'archivio
Donald Tusk in una foto d'archivio Diritti d'autore Czarek Sokolowski/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.
Di Euronews Agenzie:  ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'ex presidente del Consiglio europeo riprende in mano le redini di Piattaforma civica, mentre Kaczynski si conferma leader di Diritto e Giustizia

PUBBLICITÀ

Donald Tusk torna ad occupare un posto di rilievo nella politica nazionale polacca, dopo l'esperienza a Bruxelles. Presidente del Consiglio europeo dal 2014 al 2019, il numero 1 del PPE ha ripreso in mano le redini del suo partito polacco d'origine, Piattaforma civica (Po). 

Il suo obiettivo? Togliere il potere dalle mani di Diritto e Giustizia (Pis), partito di destra conservatrice alla guida del quale è stato riconfermato il vicepremier Jaroslaw Kaczynski. Secondo Tusk, quest'ultimo ha condotto il Paese a un "completo isolamento" sulla scena internazionale.

Dal canto suo, Kaczynski, rivolgendosi ai delegati del suo partito dopo la conferma a presidente, ha detto che questo sarà il suo ultimo mandato e ha promesso di accelerare il programma economico, perché sia in linea con quello dell'Europa occidentale.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Polonia: in Parlamento una legge "bavaglio", a rischio TV indipendente

Riforma della giustizia polacca: braccio di ferro con Bruxelles

Polonia: le contadine si uniscono alla protesta degli agricoltori