Migliora bimba soffocata da busta, genitori tengono potestà

Processo chiuso in abbreviato, "il fatto non sussiste"
Processo chiuso in abbreviato, "il fatto non sussiste"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - SASSARI, 01 LUG - Il presidente del Tribunale dei minorenni di Sassari, Guido Vecchione, ha respinto oggi la richiesta del capo della Procura dei minori, Luisella Fenu, per far decadere dalla responsabilità genitoriale il padre e la madre della bambina di 5 mesi che ha rischiato di morire soffocata da una sacchetto di plastica, nel suo lettino, nel campo nomadi di Piandanna, alla periferia di Sassari. L'udienza di verifica è stata fissata per ottobre. La bimba, ricoverata all'ospedale Gaslini di Genova dal 6 giugno, è intanto uscita dal coma: ieri i medici l'hanno sottoposta un intervento per applicare un sondino gastrico che consenta l'alimentazione diretta. Le sue condizioni di salute stanno migliorando progressivamente, anche se restano da valutare gli eventuali danni cerebrali subiti. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Crisi climatica, Ue: torna freddo dopo i picchi di caldo a rischio i frutteti

Crisi in Medio Oriente: quale futuro per la difesa comune europea

Clima, Grecia: sembra di stare su Marte, è Atene