EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Card. Bassetti auspica ritorno a chiese gremite di popolo

Per presidente Cei tanti "abituati a partecipare stando a casa"
Per presidente Cei tanti "abituati a partecipare stando a casa"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PERUGIA, 06 GIU - "Spero che presto si possa tornare a quella partecipazione di popolo di Dio che gremiva le nostre chiese": è l'auspicio espresso dal cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei e arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, nell'omelia della solennità del Corpus Domini celebrata nella cattedrale di San Lorenzo. "Guai a noi se ci arrendessimo e si raffreddasse il grande patrimonio della nostra fede che nasce dall'Eucaristia" ha aggiunto. Per poi sottolineare che tante persone, che si sono abituate a partecipare alla messa stando a casa, hanno difficoltà a tornare in chiesa". Per Bassetti "l'Eucaristia non è soltanto un rito a cui si assiste, ma, soprattutto, è il sacrificio di Cristo che si rinnova e a cui si partecipa e nel quale tutti, tutti, siamo parte attiva". Una celebrazione che non è culminata, per il secondo anno consecutivo, a seguito della pandemia, con la tradizionale e suggestiva processione del Santissimo Sacramento per le vie principali del centro storico del capoluogo umbro. Tutto si è invece svolto in cattedrale. Con i fedeli - riferisce l'Archidiocesi - presenti in numero esiguo, come ha notato lo stesso presule nel parlare di "fede inaridita" a causa della pandemia ma non solo. "Il primo luogo che dobbiamo preparare per questa festa - ha sottolineato il presidente della Cei - non è qualche cosa di esteriore, ma è il nostro cuore. Ai tempi di san Francesco, dicono i biografi, la società umbra si era molto inaridita, ma oggi, purtroppo, anche per via della pandemia, dico anche, perché non le vanno date tutte le colpe, ci siamo un pò inariditi tutti e lo vedo anche nella Chiesa italiana. Tante persone, che si sono abituate a partecipare alla messa stando a casa, hanno difficoltà a tornare in chiesa… Vedo oggi la nostra cattedrale semi vuota…". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele: attacco con droni su Tel Aviv rivendicato dagli Houthi, un morto

Trump accetta la nomination repubblicana: il racconto dell'attentato e i rapporti con Orbán e Russia

Le notizie del giorno | 19 luglio - Mattino