This content is not available in your region

Al via il Forum economico di San Pietroburgo

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Al via il Forum economico di San Pietroburgo
Diritti d'autore  Sergei Ilyin/Sputnik

Il 24. Forum economico internazionale ha preso il via a San Pietroburgo. L'appuntamento, spesso definito la "Davos della Russia", torna dopo la sospensione dello scorso anno dovuta alla pandemia, e nel rispetto delle misure di sicurezza sanitaria.

Galina Polonoskaya, euronews: "All'arrivo a San Pietroburgo i partecipanti hanno dovuto sottoporsi a un test per il Covid, a riprova di quanto la pandemia resti ancora al primo posto delle priorità. D'altra parte proprio degli affari e dell'economia nel dopo-covid se ne dovrà discutere nei tanti incontri in programma".

"L'economia in Russia è ancora in una condizione di difficoltà, perché deve ripagare vecchi debiti, compresi quelli verso lo Stato e le banche, le tasse ed altro ancora. Ci sono molte sessioni macroeconomiche sugli scenari futuri per l'economia russa", spiega Boris Titov, difensore civico.

Se la crisi pandemica ha ucciso molte imprese, altre, come quelle farmaceutiche o dell'e-commerce, hanno fatto balzi da gigante in avanti. In netta crescita anche le soluzioni informatiche e digitali per proteggersi dagl hackers.

Eugen Kaspersky, fondatore della società di sicurezza informatica che porta il suo nome, dice che se da un lato le aziende hanno fatto lavorare i propri dipendenti da casa, non tutti sono stati in grado di fornire soluzioni affidabili. Cosi gli hacker hanno potuto sfruttare i computer domestici dei dipendenti per entrare nei server delle compagnie. I cyberattacchi sono crsciuti del 20-25 per cento rispetto a prima della pandemia. E cresce in modo esponziale anche la domanda di sistemi di protezione per le reti di computers e telefoni".

Nell'agenda del Forum temi quali la sostenibilità degi investimenti futuri, la sicurezza alimentare, la riduzione delle emissioni di carbonio, e, su tutti, la questione energetica globale. Angela Wilkinson, segretaria generale del Consiglio mondiale dell'energia: "L'impatto del virusè stato tale da estendere la necessità di resilienza del sistema energetico per includere le persone e le catene di approvvigionamento, e ha anche creato un maggiore impulso per utilizzare questo come un'opportunità per fare altri cambiamenti intorno all'energia. Per i paesi che stanno cercando di sviluppare più energia senza alterare la neutralità del clima, ciò fornisce l'opportunità di guardare ad altre opzioni alternative."

Alla sessione plenaria di venerdì è atteso il presidente Vladimir Putin, che dovrebbe parlare dell'attrattiva della Russia per gli investitori, che resta uno dei principali obiettivi di questo Forum.