This content is not available in your region

Condanna internazionale (quasi) unanime contro Lukashenko

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Condanna internazionale (quasi) unanime contro Lukashenko
Diritti d'autore  John Thys/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

I leader europei hanno concordato una raffica di sanzioni contro la Bielorussia sulla spinta dello sfacciato dirottamento di un aereo passeggeri che i caccia bielorussi hanno fatto atterrare per arrestare un giornalista dell'opposizione che era a bordo.

Si è trattato del volo Ryanair che domenica stava effettuando la tratta dalla Grecia alla Lituania.

Sanzioni immediate

I 27 Paesi dell'Unione hanno chiesto l'immediata liberazione di Roman Protasevich e della fidanzata Sofia Sapega.

L'opposizione ha chiesto agli Stati Uniti e al G7 di occuparsi del regime vigente nel Paese, affermando che "il mondo intero sa che non sono solamente i bielorussi ad essere in pericolo".

AP/Belarus Government press office
AP PhotoAP/Belarus Government press office

Le sanzioni contro la Bielorussia implicano adesso anche il divieto dell'uso dello spazio aereo dell'UE da parte delle compagnie aeree bielorusse e dell' accesso agli aeroporti comunitari.

La leader dell'opposizione, Svetlana Tikhanovskaya, ha condannato l'arresto definendolo "terrorismo sostenuto dallo Stato".

"Questo è stato un attacco alla democrazia, un attacco alla libertà di espressione, un attacco alla sovranità europea. Un comportamento oltraggioso che ha bisogno di una risposta forte, quindi il Consiglio europeo ha deciso che ci saranno sanzioni aggiuntive per le persone coinvolte nel dirottamento ma questa volta saranno colpite anche imprese ed enti economici che finanziano questo regime": ha tuonato invece Ursula von der Leyen, Presidente della Commissione dell'Unione Europea.

Protasevich esibito in tv

Protasevich è stato mostrato dalla televisione di stato bielorussa, dopo essere stato prelevato dal jet di linea. Dai social media il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha fatto raccontare il ruolo chiave che il giornalista avrebbe avuto nell'organizzazione di massicce proteste contro il Governo bielorusso.

Nel video il giornalista arrestato ha dovuto "confessare" di aver organizzato disordini di massa a Minsk". Mentre le nazioni occidentali hanno criticato con fermezza il Governo bielorusso per il dirottamento aereo, la Russia le ha accusate di ipocrisia e lo ha fatto citando l'incidente del 2013 quando la Cia ha richiesto l'atterraggio di un aereo perché era a caccia dell'informatore statunitense Edward Snowden.

Sull'onda dell'indignazione internazionale, con la Bielorussia che confina con diversi paesi membri della Nato, tra cui Polonia e Lituania, l'incidente ha arroventato le tensioni politiche in tutta la regione.

Il diavolo si nasconde nei dettagli

Per Bill Browder drettore della campagna Global Magnitsky Justice "In una situazione come questa il diavolo si nasconde nei dettagli.

L'annuncio in linea di principio è esattamente ciò che doveva essere fatto, dovrebbero esserci sanzioni punitive contro le persone che sostengono il regime di Lukashenko, econ questo sono completamente d'accordo.

Ma quello che ho visto nel processo decisionale dell'Ue è che richiede che tutti i 27 stati dell'Unione siano d''accordo su ogni nome, ogni persona che verrà sanzionata ed è qui che sorgono i problemi".

Resta la presa di posizione forte dell'Unione che adesso deve andare oltre i simboli, in una guerra di posizionamento nelle periferie d'Europa in cui gli attuali blocchi geo-politici si giocano il futuro.

Mentre la Bielorussia deve affrontare nuove sanzioni europee, intanto, il leader di un partito di opposizione in Bielorussia, Pavel Severinets, e altri sei attivisti sono stati condannati a pene che vanno dai 4 ai 7 anni di carcere.