ULTIM'ORA
Advertising
This content is not available in your region

Portogallo: boom di turisti britannici. Boccata d'aria per il settore in crisi

euronews_icons_loading
UK tourists Portugal
UK tourists Portugal   -   Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo l’allentamento delle restrizioni sono già migliaia i turisti britannici che non hanno perso tempo e sono tornati a viaggiare. Tra le mete più gettonate il Portogallo, uno dei 12 paesi sulla lista verde del governo di Londra, ovvero quelle destinazioni dalle quali, al ritorno, non bisogna fare la quarantena. Così, i voli da Heathrow e Gatwick verso Lisbona e Madeira si son ben presto riempiti di vacanzieri inglesi. Quasi 6000 in 24 ore sono atterrati a Faro.

"Siamo davvero molto felici di vedere cartelli con la scritta Bentornati in Algarve, ci racconta una titolare di un’agenzia di viaggi di Londra. In aereo ti danno un pacchetto con dentro una mascherina, un disinfettante per le mani e una guida sui comportamenti da seguire per sentirsi sempre sicuri anche divertendosi in vacanza. Siamo felici di essere qui.”

Ripartenze e cauto ottimismo

Una boccata d'aria fresca per il settore turistico profondamente colpito dalla crisi del Covid-19. Il numero di partenze dall'Inghilterra, dalla Scozia e dal Galles fa ben sperare nella ripartenza anche per quanto riguarda le compagnie aeree. Le prenotazioni, indica il Ceo di Ryanair, Michael O'Leary, sono aumentate da 500.000 a settimana all'inizio di aprile a 1,5 milioni.

Anche per il Portogallo, con le sue spiagge, la sua arte e i suoi paesaggi, si dice ottimista. Lisbona ha annunciato che da questa settimana i viaggiatori provenienti dalla maggior parte dell'Europa potranno entrare nel paese anche per motivi non essenziali. Basterà mostrare un test molecolare negativo effettuato 72 ore prima dell’arrivo.