ULTIM'ORA
Advertising
This content is not available in your region

Covid: Portogallo non più sicuro secondo le autorità britanniche

euronews_icons_loading
Covid: Portogallo non più sicuro secondo le autorità britanniche
Diritti d'autore  Ana Brigida/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

I turisti britannici reagiscono alla notizia della Gran Bretagna che prevede di togliere il Portogallo dalla sua lista di destinazioni di viaggio sicure dal punto di vista pandemico, ciò significa che migliaia di inglesi attualmente in vacanza in Portogallo dovranno farsi la quarantena al ritorno a casa. Un brivido corre sulle spiagge lusitane e non sono solo i turisti ad averlo. Grande preoccupazione c'è anche da parte degli esercenti. "Ci è stato detto che potevamo partire, prenotare le vacanze, spendere tanti soldi nei test che sono sempre delle seccature, e poi siamo venuti qui per sentirci dire che in realtà verremo comunque confinati al ritorno tutto questo costa tanti soldi a tanta gente": racconta un turista inglese in vacanza ad Algarve.

Trema anche la Spagna

La Spagna riaprirà i suoi confini ai viaggiatori che hanno fatto la vaccinazione anti Covid-19 e su tutto il lungomare di Torremolinos, hotel e ristoranti stanno riaprendo oppure si affrettano a ristrutturare. Ma la notizia delle restrizioni britanniche non conforta. Essendo fra le destinazioni turistiche più popolari al mondo, la Spagna prevede di accogliere 45 milioni di visitatori stranieri quest'anno, più del doppio dei 19 milioni che ha accolto nel 2020, quando il settore del turismo globale è stato messo a terra dalla pandemia.