ULTIM'ORA
This content is not available in your region

I sacerdoti tedeschi sfidano il Vaticano: sì alla benedizione delle coppie omosessuali

9 maggio 2021: Il vicario Wolfgang Rothe, benedice Christine Walter e Almut Muenster durante una funzione religiosa a Monaco di Baviera
9 maggio 2021: Il vicario Wolfgang Rothe, benedice Christine Walter e Almut Muenster durante una funzione religiosa a Monaco di Baviera   -   Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Vaticano si era espresso fermamente in senso contrario, ma gran parte della chiesa tedesca è andata avanti a testa bassa. Così, d'ora in avanti, in Germania si terranno "servizi di benedizione" per gli innamorati: vale a dire per tutti gli innamorati, incluse le coppie composte da persone dello stesso sesso che vogliano la benedizione della Chiesa cattolica.

In tutto il paese, soltanto per questo lunedì, erano in programma un centinaio di funzioni, in aperta sfida rispetto al divieto di Roma.

Georg Bätzing, presidente della Conferenza episcopale tedesca, ha criticato l'iniziativa, definendola "inutile". I servizi di benedizione, ha detto, non dovrebbero essere usati come "strumento per manifestazioni politiche ecclesiastiche o azioni di protesta".

A ribattere ci ha pensato il pastore Bernd Mönkebüscher di Hamm: "ogni servizio è politico", ha rimarcato. "Le funzioni avvengono in stretta collaborazione con tutti coloro che si sentono offesi da questo diniego di Roma. Inoltre non si tratta di una protesta: questa definizione è apparsa solo nella dichiarazione di Bätzing".

La Congregazione vaticana per la dottrina della fede ha chiarito a marzo che non era consentito benedire le unioni omosessuali. "Quanto detto da Roma - ha aggiunto Mönkebüscher - non è una novità. Ma si sperava non dovessimo più sentirlo. E si sperava che, se si fossero nuovamente espressi su un argomento del genere, la loro posizione sarebbe stata più moderata e aperta".

Lo scontento rispetto alle posizioni del Vaticano è andato crescendo parecchio nei paesi di lingua tedesca: a opporsi, oltre a diverse associazioni cattoliche, ci soni 280 professori di teologia.

A loro si è unita anche l'Associazione della Gioventù Cattolica (BDKJ), che ha mostrato solidarietà con i pastori "dissidenti", invitando inoltre i vescovi tedeschi a "introdurre un rito di benedizione per le relazioni omosessuali nelle rispettive diocesi".

Bandiere arcobaleno sono state esposte in molte chiese, insieme a petizioni per mettere nero su bianco la contrarietà al divieto del Vaticano.