ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Uccide moglie figlio e padroni di casa, 83enne resta grave

Intubato e in prognosi riservata al Giovanni Bosco di Torino
Intubato e in prognosi riservata al Giovanni Bosco di Torino
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – TORINO, 12 APR – Sono gravi, ma stabili, le
condizioni di Renzo Tarabella, 83 anni, il pensionato che sabato
sera a Rivarolo Canavese (Torino) ha ucciso la moglie Maria
Grazia Valovatto, 79, e il figlio Wilson di 51, disabile
psichiatrico. Poi ha ucciso i vicini di casa, proprietari
dell’alloggio al quinto pianto del condominio ‘Raffaello’, in
corso Italia: Osvaldo Dighera, 74 anni, e la moglie Liliana
Heidempergher, 70. All’arrivo dei carabinieri, l’uomo ha rivolto la pistola
contro se stesso e si è sparato al volto. Il proiettile, però,
non ha leso organi vitali. Soccorso dal personale del 118 è
stato trasportato d’urgenza all’ospedale Giovanni Bosco di
Torino dove i medici, ieri mattina, lo hanno sottoposto ad un
delicato intervento chirurgico durato circa tre ore. Ora è
intubato e in prognosi riservata. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.