EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Uccide moglie figlio e padroni di casa, 83enne resta grave

Intubato e in prognosi riservata al Giovanni Bosco di Torino
Intubato e in prognosi riservata al Giovanni Bosco di Torino
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TORINO, 12 APR - Sono gravi, ma stabili, le condizioni di Renzo Tarabella, 83 anni, il pensionato che sabato sera a Rivarolo Canavese (Torino) ha ucciso la moglie Maria Grazia Valovatto, 79, e il figlio Wilson di 51, disabile psichiatrico. Poi ha ucciso i vicini di casa, proprietari dell'alloggio al quinto pianto del condominio 'Raffaello', in corso Italia: Osvaldo Dighera, 74 anni, e la moglie Liliana Heidempergher, 70. All'arrivo dei carabinieri, l'uomo ha rivolto la pistola contro se stesso e si è sparato al volto. Il proiettile, però, non ha leso organi vitali. Soccorso dal personale del 118 è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Giovanni Bosco di Torino dove i medici, ieri mattina, lo hanno sottoposto ad un delicato intervento chirurgico durato circa tre ore. Ora è intubato e in prognosi riservata. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Proteste in Bangladesh: studenti in piazza contro il governo, aumentano i morti negli scontri

Brasile, fiume pieno di pesci morti a San Paolo: colpa degli scarichi industriali

Deputata romena con la museruola cacciata dal Parlamento Ue prima di voto per von der Leyen