This content is not available in your region

Dai giovani Unesco proposte per la ripresa, da scuola a cibo

Access to the comments Commenti
Di ANSA
L'Aigu presenta a Parma il Manifesto Next Generation You
L'Aigu presenta a Parma il Manifesto Next Generation You

(ANSA) – BOLOGNA, 27 MAR – Oltre 30 proposte concrete, a
basso costo e pensate dai giovani per i giovani. Sono quelle
lanciate in occasione del terzo Italian Youth Forum 2021,
dall’Associazione italiana giovani Unesco (Aigu), la maggiore
associazione giovanile Unesco a livello mondiale, attraverso il
‘Manifesto Next Generation You’, presentato da Parma in diretta
streaming. Tra queste, un’eredità universale da 20mila euro per
ogni maggiorenne, che finanzi la formazione e la fruizione di
cultura, insieme a un ‘ristoro culturale’ sotto forma di
ingresso gratuito ai musei per gli under 35. Una legge che
preveda il coinvolgimento attivo dei giovani nei tavoli
decisionali, un New deal della cultura, che dia nuova linfa al
patrimonio italiano attraverso un reddito di due anni ai
lavoratori del settore e l’assunzione a tempo indeterminato del
più alto numero possibile di giovani competenti la
valorizzazione dei beni culturali del nostro Paese. E poi la scuola, con tante piccole rivoluzioni nelle aule:
educazione alimentare obbligatoria, insegnamenti per una
cittadinanza globale e prodotti sostenibili nelle mense
scolastiche. A queste azioni si aggiungono quelle altrettanto
incisive per indirizzare in modo sostenibile il sistema
agroalimentare. Le proposte, da inserire nel Piano nazionale di
ripresa e resilienza (Pnrr), sono state portate all’attenzione
del Governo grazie al confronto con i ministri delle
Infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini e
per le Politiche Giovanili, Fabiana Dadone. Le 23 proposte del Manifesto, più altre 12 formulate dal
presidente dell’associazione Aigu, Antonio Libonati, sono
articolate in quattro aree tematiche: ‘Nutrire il futuro’, ‘La
scuola di tutti’, ‘Sei la mia città’, ‘Il New Deal della
cultura’. Per ognuna l’associazione ha dato vita a un tavolo di
lavoro. Tra gli ospiti che hanno partecipato ai dibattiti anche
la sindaca di Roma Virginia Raggi, il vicedirettore della Fao
Maurizio Martina e il presidente della Commissione nazionale
italiana per l’Unesco, Franco Bernabè. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.