Braccio di ferro nella Manica. Pescatori francesi protestano, Londra manda navi militari

Braccio di ferro nella Manica. Pescatori francesi protestano, Londra manda navi militari
Diritti d'autore Pierre Guillaume/AP
Diritti d'autore Pierre Guillaume/AP
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Londra manda navi militari. Escalation a margine di una agitazione contro le difficoltà di conseguire la licenza necessaria nel dopo -Brexit

PUBBLICITÀ

Una disputa sui diritti di pesca nel Canale della Manica registra una improvvisa escalation tra Francia e Gran Bretagna.

Londra invia in zona due navi da guerra, e Parigi minaccia di tagliare le forniture di elettricità all'isola di Jersey, che insieme alle altre due isole dell'arcipelago Normanno, pur non facendo parte del Regno Unito, dipendono direttamente dalla Corona.

Il braccio di ferro è cominciato con la protesta di un centinaio di pescatori francesi, contro le difficoltà che incontrano nell'ottenere la licenza rilasciata dalle autorità isolane e resa necessaria dopo la Brexit.

La protesta potrebbe finire per chiudere l'accesso al porto dell'isola, creando immediate ripercussioni sui flussi di approvvigionamento dalla terraferma.

L'invio nella zona delle navi militari accresce la tensione, e fonti del governo francese citate dalle agenzie di stampa evocano la possibilità di tagliare all'arcipelago le forniture elettriche che partono dalla Francia.

Jersey, grazie alla sua indipendenza dal Regno Unito, si è configurata come una piazza offshore, ovvero un paradiso fiscale, che può contare su alti standard di vita per gran parte della popolazione

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Salone nautico di Venezia: l'aliscafo "volante" elettrico da 250.000 euro (e 5 euro di ricarica)

Harry, 'tu vuò fà l'americano': residenza statunitense per il duca di Sussex

Europee, i conservatori francesi fanno campagna elettorale sull'immigrazione al confine italiano