ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Rifiuti:scarichi nel torrente salernitano, sequestro azienda

Di ANSA
Proseguono controlli in aziende che operano a ridosso del Sarno
Proseguono controlli in aziende che operano a ridosso del Sarno
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – NOCERAINFERIORE, 17 FEB – Il gip del Tribunale di
Nocera Inferiore (Salerno) ha emesso un decreto di sequestro
preventivo dell’impianto de “La Betoncave”, stabilimento
industriale di Nocera Superiore, noto per la produzione di
conglomerati cementizi e dotato di un impianto di frantumazione
ed un impianto di produzione di calcestruzzo. Nel corso del sopralluogo i carabinieri del Noe hanno
accertato che l’azienda non possedeva alcuna autorizzazione allo
scarico in corpo idrico superficiale delle acque reflue
industriali prodotte che, pertanto, venivano convogliate
illecitamente, nell’Alveo Santa Croce, affluente del torrente
Cavaiola. Al termine delle indagini i legali rappresentanti sono
stati deferiti in stato di libertà per i reati connessi allo
scarico illecito di reflui industriali. Proseguono, dunque, le
indagini della Procura della Repubblica di Nocera Inferiore ed i
controlli dei Carabinieri del Comando per la Tutela Ambientale
nei confronti delle aziende operanti nel bacino del fiume Sarno
e dei suoi affluenti al fine di perseguire le attività illegali
che contribuiscono all’inquinamento del corso d’acqua. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.