ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Maiorca aspetta il ritorno dei turisti britannici

euronews_icons_loading
Maiorca aspetta il ritorno dei turisti britannici
Diritti d'autore  Francisco Ubilla/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

L’estate è alle porte e l’industria del turismo spera in una ripresa, anche grazie alla campagna vaccinale. Senza visitatori molte località rischiano il default. Come Maiorca dove negozi, ristoranti, locali vivono della stagione balneare. Magaluf, nel sud-ovest dell'isola delle Baleari, è da decenni meta di britannici, per la sua vita notturna e le sue spiagge di sabbia fine. Qui per il momento mancano ancora i vacanzieri inglesi che di solito arrivano sull’isola già nel mese di maggio.

Nel 2020, a causa della pandemia, in Spagna il numero di vacanzieri provenienti dal Regno Unito è diminuito dell'82% rispetto all’anno precedente. Il Primo ministro Boris Johnson ha parlato di riaprire ai viaggi internazionali il 17 maggio, considerando che a gennaio il Regno Unito aveva 1.800 morti al giorno di Covid mentre ora è arrivato ad avere una sola vittima in 24 ore.

Aspettando il ritorno dei turisti

Secondo le direttive per entrare nel Paese si deve fornire il risultato di un tampone molecolare negativo e compilare un modulo sanitario. Le autorità locali sono comunque ottimiste. “Abbiamo pochi contagi, abbiamo attuato tutte le misure necessarie per essere considerati Covid-free. Maiorca tornerà ad essere la meta delle vacanze. Speriamo di poter essere considerati ‘green’ e che si possa creare un corridoio con il Regno Unito”, ci spiega Rosa Ana Morillo Rodríguez, Direttore Generale del turismo delle Isole Baleari.

Non solo britannici. Maiorca guarda anche alla ripresa del turismo dalla Germania. Intanto però sull'isola resta in vigore anche il coprifuoco che va dalle 23:00 alle 6:00. Per ora la vita notturna è ancora off-limits.