ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Obiettivo: turismo senior. Per ripartire la Spagna punta sui pensionati vaccinati

euronews_icons_loading
Obiettivo: turismo senior. Per ripartire la Spagna punta sui pensionati vaccinati
Diritti d'autore  Alvaro Barrientos/Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Benidorm è una delle mete turistiche più famose in Spagna. Qui il resort Poseidon è uno dei pochi hotel aperti nonostante le restrizioni sui viaggi per frenare la pandemia di Covid-19. Nella località di mare sulla Costa Blanca uomini d’affari si mescolano ai pensionati. Benidorm punta sui turisti senior per colmare il vuoto dei mesi invernali. Mentre Bruxelles pensa al passaporto verde digitale, prova del fatto che una persona è stata vaccinata, gli anziani sono la punta di diamante della stagione estiva che si avvicina.

Come ci racconta John Galiana, Direttore Marketing della catena “Hotels Poseidon”, i turisti senior saranno i primi a poter riprendere a viaggiare. Potranno quindi godersi le vacanze perché sono stati vaccinati tutti. Questo albergo di solito ha sempre puntato sulle famiglie nei mesi dell’alta stagione. Quest’anno spera di potersi riprendere dalla crisi grazie ai pensionati e agli over 75.

“Prima del Covid puntavamo tutto su giovani coppie con bambini, ora invece è cambiata la nostra strategia. Abbiamo offerte speciali per i turisti senior, che includono pensione con pasti completi, bevande gratuite e sconti per soggiorni lunghi. Offerte che prima potevano essere utilizzate solo durante la stagione invernale. Ora invece questi prezzi sono applicati tutto l'anno”, prosegue John Galiana.

Turismo over 70 e campagna vaccinale

A Benidorm, in una tiepida mattina di primavera, si cerca di guardare al futuro. I locali sono sempre chiusi, ma altri stanno facendo lavori di ristrutturazione. C’è chi si gode un po’ di sole in spiaggia. Chi passeggia sul lungomare. Pub, discoteche sono sempre off-limits. I gestori non sanno se potranno riaprire in battenti nei prossimi mesi. E’ tutto un punto interrogativo. Il quartiere britannico di Benidorm è famoso per i suoi locali. Ogni estate centinaia di giovani turisti inglesi arrivano per divertirsi, bevendo birra dopo una giornata al mare. Questa volta però questa volta la clientela potrebbe essere un po’ più matura.

La campagna vaccinale in Europa prosegue ma un po’ a rilento. Quindi almeno fino ad agosto ci saranno problemi per molti paesi. I visitatori sopra i 50 anni, in particolare i britannici, invece potrebbero essere pronti a riprendere a viaggiare già a giugno. E Benidorm spera di poter diventare un modello di turismo senior anche per altre località. Come ci fa notare Toni Mayor, Presidente dell'Associazione degli Albergatori di Valencia (Hosbec), i turisti di una certa età non cercano spiagge paradisiache. “Vogliono incontrare le persone. Vogliono il contatto umano, un ambiente urbano. E Benidorm è una città con il mare. Ci sono 20 sale cinematografiche, centri commerciali, e diversi luoghi per fare shopping. “

Nonostante il clima di incertezza, la Commissione europea resta fiduciosa di riuscire ad immunizzare il 70% della popolazione entro la fine di luglio. I prossimi 100 giorni saranno decisivi. Intanto Benidorm punta sui pensionati per uscire dalla crisi. I più vulnerabili potranno recuperare il tempo perso.