ULTIM'ORA
This content is not available in your region

In arrivo la concorrenza per la ISS. Una stazione spaziale russa

euronews_icons_loading
Russia ISS
Russia ISS   -   Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è stata e rimane una base di ricerca per gli astronauti di tutto il mondo. Ora però è in arrivo una novità. Secondo quanto dichiarato dal capo di Roscosmos, Dmitry Rogozin, lAgenzia Spaziale Russa avrebbe iniziato a lavorare sul primo modulo centrale di una sua stazione. Mosca potrebbe lanciare la propria Stazione spaziale nel 2025 mentre discute di ritirarsi dal programma ISS per proseguire il suo viaggio nello spazio da sola.

Già a metà aprile, l'Accademia delle scienze russa ha annunciato che Mosca avrebbe interrotto la sua partecipazione al progetto ISSa causa delle condizioni tecniche usurate e avrebbe creato la propria stazione di servizio orbitale.

Rivalità nello spazio e sulla terra

Una decisione che potrebbe avere impatti anche sui rapporti diplomatici tra Russia e Stati Uniti. Per la Russia questa Stazione spaziale servirà ad osservare meglio il territorio dell'intero Paese, anche in vista dell'attuazione dei piani strategici sullo sviluppo della rotta marittima artica. Ma non potrà non tenere conto delle attività della ISS, il progetto congiunto di 14 paesi, tra cui Russia, Stati Uniti, Giappone, Canada e membri dell'Agenzia spaziale europea, iniziati nel novembre 1998.

Finora i partner hanno concordato il funzionamento della Stazione Spaziale Internazionale fino al 2024, ma si sta valutando l'opzione di estendere il periodo di funzionamento fino al 2030, con ulteriori esperimenti scientifici che sono parte integrante dell’esplorazione dello spazio.

Intanto dopo 185 giorni nello spazio, i tre astronauti di Expedition 64, la missione di lunga durata iniziata il 21 ottobre scorso, hanno rimesso piede sulla terra il 17 aprile in Kazakistan dove era previsto lo sgancio della Sojuz MS-17).