ULTIM'ORA
This content is not available in your region

L'UK restituirà al Benin un bronzo "acquisito in modo immorale"

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Frame
Frame   -   Diritti d'autore  Capture
Dimensioni di testo Aa Aa

L'Università di Aberdeen in Scozia restituirà una statua di bronzo al Benin, dopo che una indagine interna ha confermato che era stata acquisita, insieme a migliaia di altri reperti, "con modalità giudicate immorali". La decisione assunta dall'organizzazione accademica rilancia il dibattito sull'arte di cui si sono appropriate per secoli le potenze coloniali.

Neil Curtis, capo del museo: "Abbiamo esaminato gli aspetti morali legati all'acquisizione della intera collezione, e siamo arrivati alla conclusione che non si tratta di qualcosa che dovrebbe restare tra le opere facenti parte del mueso".

La mossa dell'universitâ scozzese arriva mentre si infittisce la polemica sul diritto delle potenze occidentali di trattenere opere d'arte provenienti da acqusizioni compiute con regole che oggi non trovano più giustificazione.

Barnaby Phillips, che sulla vicenda ha scritto un libro, si dice convinto che i reperti d'arte del Benin possano costituire "il simbolo del dibattito corrente sull'eredità dell'arte coloniale nei musei occidentali".

Il bronzo che per primo farà ritorno in Benin rappresenta re Oba, e fa parte di un fondo artistico composto da migliaia di reperti di cui l'esercito britannico nel 1897 si impossessò dopo l'occupazione di Benin City.

La restituzione dei capolavori trafugati riguarda tutte le potenze coloniali e non è un processo semplice. Da anni infatti, la Grecia rivendica il ritorno dei marmi sotratti al Partenone, ma la richiesta si scontra con l'indisponibilità finora opposta dalle istituzioni culturali britanniche.