Aiuti di stato illegali dal governo spagnolo: "sconfitte" Barça, Real, Osasuna e Athletic Bilbao

Aiuti di stato illegali dal governo spagnolo: "sconfitte" Barça, Real, Osasuna e Athletic Bilbao
Diritti d'autore Geert Vanden Wijngaert/Copyright 2017 The Associated Press. All rights reserved.
Di Cristiano TassinariEFE - AS
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nuova tegola extracalcistica per il Barcellona: insieme a Real Madrid, Athletic Bilbao e Osasuna dovrà pagare almeno 5 milioni di euro, ogni club, per compensazioni fiscali. Lo ha deciso la Corte di Giustizia europea, per una vicenda risalente al 2016: aiuti di stato illegali del governo spagnolo.

PUBBLICITÀ

Davvero un brutto periodo per il Barcellona.

Nuova tegola

Neppure il tempo di festeggiare la "remuntada" (3-0) nella semifinale di Coppa del Re contro il Siviglia, che arriva una nuova tegola per il club catalano: così come altre tre società calcistiche spagnole, dovrà restituire fino a 5 milioni di euro in compensazioni fiscali.

Joan Monfort/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Un momento felice: Barcellona-Siviglia 3-0Joan Monfort/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Quattro club nel mirino

Il verdetto della Corte di Giustizia europea del Lussemburgo non lascia scampo: il governo spagnolo ha fornito aiuti di stato illegali a Barcellona, Real Madrid, Athletic Bilbao e Osasuna.

La vicenda giudiziaria risale al 2016: i quattro club sono stati trattati come organizzazioni senza scopo di lucro e hanno pagato un tasso d'imposta sui profitti del 5% inferiore rispetto alle altre società, per più di 20 anni, senza una vera e oggettiva giustificazione.

"Vedo nuvole scure sul calcio spagnolo"

Il consulente sportivo Arnaud Simon, presidente di "In & Out Stories":
"Il calcio spagnolo ha sempre vissuto al di sopra dei suoi mezzi e ora che le magagne stanno venendo a galla, penso che il futuro possa essere a rischio, anche per quanto riguarda i diritti internazionali del campionato, ci sono in ballo centinaia di milioni di euro...
C'è di più di qualche nuvola molto scura sopra al calcio spagnolo in generale e nel modo in cui si è finanziato e si finanzierà".

E, intanto, il "BarçaGate"...

Il governo spagnolo di Pedro Sanchéz ne prende atto: "Rispettiamo la decisione del tribunale".

Manu Fernandez/AP
Altri tempi felici, al Barcellona, nel 2014: Zubizarreta, Bartomeu, Luis Enrique e il vice-presidente Mestre.Manu Fernandez/AP

Ma sono, ovviamente, altre cattive notizie per il Barceliona, appena pochi giorni dopo l'arresto dell'ex presidente Bartomeu e di altri tre dirigenti coinvolti nello scandalo "BarçaGate", nel quale sono accusati di corruzione e falso in amministrazione.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"BarçaGate", rilasciati Bartomeu e tre dirigenti del Barcellona: restano nel registro degli indagati

Barcellona nel caos: arrestato l'ex presidente Bartomeu

Leo Messi, il suo contratto potrebbe rovinare il Barcellona