ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Myanmar: sanzioni statunitensi ai responsabili del golpe

euronews_icons_loading
Myanmar: sanzioni statunitensi ai responsabili del golpe
Diritti d'autore  Patrick Semansky/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Stati Uniti hanno deciso di infliggere sanzioni contro chi ha organizzato il colpo di stato in Myanmar, che ha portato all'arresto di Aung San Suu Kyi. Il presidente Joe Biden ha approvato un ordine esecutivo che prende di mira i capi militari, i loro familiari e le imprese a loro collegate.

"Identificheremo una prima serie di obiettivi questa settimana e imporremo anche forti controlli sulle esportazioni", le parole del Capo di Stato Usa. "Stiamo congelando i beni, pur continuando a sostenere l'assistenza sanitaria, i gruppi della società civile e altre aree dalle quali trae diretto beneficio il popolo birmano".

Il neo presidente degli Stati Uniti ha poi chiesto il rilascio immediato dei leader politici democratici, degli attivisti detenuti, tra i quali la leader de facto Aung San Suu Kyi e il presidente Win Miynt.

Prima che Biden parlasse dalla Casa Bianca, la popolazione birmana era nuovamente scesa in piazza per protestare contro il golpe. Lo fa da ormai dieci giorni. Vuole il ripristino del deposto governo civile di San Suu Kyi.