ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Europa alle prese con le varianti Covid

euronews_icons_loading
Europa alle prese con le varianti Covid
Diritti d'autore  Jae C. Hong/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

In Inghilterra anche un'antica cattedrale diventa centro di somministrazione dei vaccini. Il governo ne ha aperti deci nelle ultime ore e pensa a un piano per somministrare le dosi 24 ore al giorno per far fronte a un'epidemia che non molla la presa. Il numero di ricoveri ha raggiunto le 37.500 unità. E nell'ultima settimana il tasso di mortalità è diventato il più alto al mondo con 16,5 vittime ogni milione di persone..

Al di qua della Manica

La variante britannica del virus è ritenuta responsabile di questo incremento. La mutazione sta iniziando a diffondersi più velocemente anche da questa parte della Manica. In Belgio c'è particolare apprensione.

Joris Hindryckx, sindaco del Comune di Houthulst, nelle Fiandre, racconta la situazione nella casa di riposo della cittadina:

"Nella nostra residenza per anziani 63 ospiti hanno il virus, 9 fra gli assistenti che vivono nel palazzo di fianco e altre 43 persone dello staff. Tutto questo provocato dalla variante inglese."

In Svizzera invece è la variante sudafricana a creare problemi. Due hotel di Saint Moritz sono stati messi in quarantena e gli ospiti saranno sottoposti al test.

Mascherine più protettive

La Germania considera restrizioni ancora più severe per contenere la pandemia. Le autorità bavaresi hanno introdotto l'obbligo di mascherine più protettive, FFP2, nei negozi e sui mezzi pubblici. Una misura ampiamente supportata, ma c'è chi lamenta i costi eccessivi delle protezioni.

"Spero che serva e che tutti rispettino questa decisione- commenta una pendolare - Se la gente indossasse le mascherine normali in modo corretto, sarebbero forse sufficienti. Ma tanto è così, non ci sono altre soluzioni."

Il report che punta il dito sulla Cina e l'Oms

A oltre un anno dalla prima infezione di Covid-19 confermata in via ufficiale da Pechino, un rapporto indipendente ha scritto nero su bianco ciò che era già stato detto molte volte.

Per evitare la pandemia si doveva agire più in fretta e con più determinazione. Pechino e l'Oms hanno tergiversato sull'obbligo di mascherina e nel dichiarare l'emergenza globale.