EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Covid-19, vietato l'alcol in Sudafrica: genera comportamenti a rischio

Covid-19, vietato l'alcol in Sudafrica: genera comportamenti a rischio
Diritti d'autore AP Photo
Diritti d'autore AP Photo
Di Gioia Salvatori
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Mentre i casi raggiungono il totale di un milione il governo impone nuove restrizioni; lunedì i sanitari avevano lanciato un s.o.s. "Tra incidenti legati all'abuso di alcol durante le feste e nuova variante del sars-cov-2, ospedali al collasso"

PUBBLICITÀ

Bar chiusi e stop alla vendita di alcol per evitare comportamenti che favoriscano il contagio. Il governo sudafricano ha varato nuove misure per limitare la diffusione del nuovo coronavirus. Si aggiungono alla lista di quelle già imposte 10 giorni fa, tra queste rigorose quarantene e restrizioni ai viaggi da e per il Paese, quando in Sudafrica è stata scoperta una nuova variante del virus, simile a quella britannica.  "D'ora in poi è obbligatorio per ogni persona indossare una maschera negli spazi pubblici. Chi non indossa una maschera di stoffa che copra il naso e la bocca in un luogo pubblico commette reato e potrebbe essere arrestato e perseguito", ha detto il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa.

Inoltre è stata disposta la chiusura di piscine pubbliche e spiagge nelle zone focolaio, tra queste tutte le maggiori città, e c'è il coprifuoco dalle 21 alle 6 di mattina. 

In Sudafrica un milione di casi e 27mila morti di covid-19

Ormai in Sudafrica si contano un milione di contagiati e oltre 27mila morti di covid-19 e lunedì gli operatori sanitari hanno lanciato un allarme saturazione ospedaliera: tra malati di coronavirus e incidenti legati all'abuso di alcoldurante le feste il sistema è vicino al collasso, hanno fatto presente.

Senza alcol, crollo delle ospedalizzazioni

Il Sudafrica ha una storia di abuso di alcol e alcolici importante, soprattutto durante i fine settimana. "In alcune aree ciò causa traumi, aggressioni, incidenti automobilistici e violenza domestica'', ha affermato l'associazione medica che ha chiesto al governo di imporre restrizioni più severe sull'alcol.

Quando, durante il primo confinamento, in Sudafrica vigeva un divieto totale sulla vendita di alcol, gli ingressi per trauma negli ospedali sono diminuiti fino al 60%, secondo le statistiche del governo. Quando il divieto di vendita di alcolici è stato revocato, i casi sono tornati ai livelli precedenti.

Già durante una recrudescenza del covid-19 all'inizio di dicembre, il Sudafrica aveva limitato le vendite di alcolici dal lunedì al giovedì tra le 10 e le 18. Vari venditori avevano chiesto al governo di evitare un divieto totale, citando il danno economico che avrebbe causato. L'industria degli alcolici sudafricana è stata tra quelle più colpite quando il Paese ha imposto un confinamento totale ad aprile e maggio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Covid-19: in Italia oltre 70.000 vittime. E arriva la "variante sudafricana"

Elezioni in Sudafrica: al voto tra povertà e disoccupazione record

Sudafrica: autobus di pellegrini precipita in un burrone e si incendia, 45 morti