Tigrè, un fiume di profughi verso il Sudan

Confine Etiopia-Sudan
Confine Etiopia-Sudan Diritti d'autore Euronews
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tigrè, un fiume di profughi verso il Sudan. Secondo l'ONU più di 40.000 civili hanno superato la frontiera. Rischio di una catastrofe umanitaria

PUBBLICITÀ

Sarebbero più di un milione gli sfollati nella regione del Tigrè, in Etiopia, dove da tre settimane è in corso l'"offensiva finale" del governo di Addis Abeba contro i ribelli del Fronte popolare di liberazione.

I violenti combattimenti degli ultimi giorni hanno spinto altre migliaia di profughi a cercare riparo in Sudan. Secondo stime delle Nazioni Unite dal 4 novembre più di 40.000 civili hanno attravresato il fiume Tekeze, che segna il confine tra i due paesi.

Per rmolti di loro si tratta dell'ultima tappa di un viaggio lungo e pericoloso, al quale non tutti riescono a sopravvivere.

Il governo sudanese ha allestito un centro di transito al confine, qui le persone dovrebbero restarvi solo pochi giorni prima di venire destinati ad altri centri sul territorio, ma molti di loro sono blocati qui da settimane. Nel giorni scorsi l'ONU aveva lanciato un allarme per il rischio che la crisi nel Tigrè causi una vera e propria catastrofe umanitaria.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il giuramento dei parlamentari del Sudan del Sud

Grecia, la rotta dalla Libia spaventa l'isola di Gavdos: 1.500 migranti in tre mesi

Migranti: oltre mille arrivati a Lampedusa, emergenza anche a Cipro