This content is not available in your region

Auto, le ibride inquinano più di quanto vien detto. Test shock di una ONG

Access to the comments Commenti
Di Jack Parrock
euronews_icons_loading
Auto, le ibride inquinano più di quanto vien detto. Test shock di una ONG
Diritti d'autore  Frank Augstein/AP

Nuovo scandalo nel mondo automobilistico. I veicoli ibridi plug-in, ovvero con doppio motore, uno elettrico che si ricarica a spina, e uno a carburante, non sarebbero tanto ecologici come ci viene detto. A rivelarlo è un nuovo studio commissionato dall’Ong paneuropea Transport & Environment. Secondo i test eseguiti, le ibride più vendute a conti fatti emetterebbero tra il 28 e l'89% di CO2 in più rispetto a quanto pubblicizzato. Per Julia Poliscanova, direttrice di Transport & Environment: "La modalità a emissioni zero che pubblicizzano le case automobilistiche in verità non esiste".

Il motivo è molto banale, spiega la Ong parzialmente finanziata dalla Commissione europea, il motore elettrico all’interno dell’ibrida è troppo piccolo, e di conseguenza, di potenza limitata. Quindi nella pratica quando si opta per il programma elettrico a emissioni zero, "basta accendere il riscaldamento - spiega Poliscanova - o le luci, o basta semplicemente accelerare, che si inizia immediatamente ad emettere anidrite carbonica".

Dopo lo scandalo sulle macchine a diesel del 2015, con i valori delle vere emissioni truccati, questo delle auto ibride non sembra essere da meno. Anche se le associazioni di categoria hanno obiettato i criteri con cui questi test sono stati fatti. Contattata da euronews l'Associazione europea dei costruttori di automobili (ACEA) ne ha negato la validità.

"Questo studio analizza i veicoli ibridi solo nelle lunghe percorrenze - ha scritto l'ACEA in una nota - che non sono assolutamente rappresentative dell’utilizzo reale che le persone fanno dei questi veicoli. L'anno prossimo, tutte le auto immatricolate nell'Unione europea saranno dotate di un dispositivo di monitoraggio che fornirà un quadro dei consumi e delle emissioni. In questo modo la Commissione europea potrà fare le sue valutazioni e apportare eventuali".

Gli ecologisti suggeriscono, da tempo, di abbandonare la tecnologia ibrida per incentivare invece le auto completamente elettriche, che hanno raggiunto ormai un’autonomia di 300 km prima che la batteria vada ricaricata. Attualmente circa la metà delle auto elettriche plug-in sulle strade in Europa ha anche un serbatoio a benzina.