ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Biden: "Trump condivida il piano vaccini anti-Covid o moriranno ancora più persone"

euronews_icons_loading
Biden: "Trump condivida il piano vaccini anti-Covid o moriranno ancora più persone"
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Non c'è più tempo da perdere negli Stati Uniti che, con oltre 11 millioni di contagi, sono il Paese più colpito al mondo dal nuovo coronavirus. Joe Biden chiede a Donald Trump di accettare la sconfitta e cominciare a collaborare, condividendo i piani per la distribuzione dei vaccini.

Il nuovo appello al presidente staunitense uscente è stato rivolto da Wilmington, in Delaware, da dove Biden ha tenuto un meeting virtuale con leader di industria e sindacati, preoccupati per gli effetti economici di una transizione difficoltosa.

"Ancora più persone moriranno se non ci coordiniamo. Come riusciremo a vaccinare oltre 300 milioni di americani? Qual è il piano? È un'impresa enorme... Se dovremo aspettare fino al 20 gennaio per approntare il piano, ci ritroveremo in ritardo di oltre un mese e mezzo. Ecco perché è importante che ci si coordini da ora", ha detto Biden.

Nel corso del meeting il neoeletto presidente, insieme alla vice Kamala Harris, hanno annunciato 300 miliardi di dollari da iniettare nei settori più importanti della ricerca e dell'industria delle nuove tecnologie, che porteranno alla creazione di tre milioni di posti di lavoro "ben retribuiti", e hanno promesso un salario minimo di 15 dollari l'ora.

Lunedì è arrivata la notizia di un secondo vaccino dagli Stati Uniti, con un'efficacia del 94,5%, a pochi giorni da quello di Pfizer la cui percentuale di successo dichiarata è del 90%.

La reazione di Trump non si è fatta attendere. Ha twittato: "È stato appena annunciato un altro vaccino. Questa volte da parte di Moderna, efficace al 95%. I grandi storici si ricordino per favore che queste grandi scoperte, che metteranno fine alla peste cinese, sono avvenute con me".

Per ora le due aziende statunitensi hanno annunciato i vaccini con comunicati, il mondo attende le relative publicazioni scientifiche. Si prevede che possano ottenere l'autorizzazione dell'FDA nella prima quindicina di dicembre, con la possibilità di vaccinare 20 milioni di americani già entro la fine dell'anno.