EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Pedofilia: la Santa Sede pubblica il "Rapporto McCarrick"

Il cardinale Theodore McCarrick
Il cardinale Theodore McCarrick Diritti d'autore AP Photo/Patrick Semansky, File
Diritti d'autore AP Photo/Patrick Semansky, File
Di Euronews Agenzie:  ANSA
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il Vaticano nega le accuse di Viganò, per le quali Papa Francesco sapeva degli abusi del cardinale di Washington

PUBBLICITÀ

Omissioni, sottovalutazioni e scelte sbagliate. Tutto ciò portò all'ascesa di The odore McCarrick, potentissimo cardinale e arcivescovo di Washington oggi 90enne, nei primi anni 2000.

E' quanto emerge dal cosiddetto Rapporto McCarrick, appunto, pubblicato questo martedì dal Vaticano e nel quale si smentisce il fatto che la Santa Sede, ai tempi di Giovanni Paolo II, sapesse e avesse taciuto della condotta sessuale impropria dell'uomo.

Sulla testa del cardinale - al quale Papa Francesco ha tolto la porpora, dimettendolo dallo stato clericale - pendevano accuse pesantissime: avrebbe abusato per anni di seminaristi e giovani. Dopo anni di indiscrezioni in merito, a scoperchiare il vaso di Pandora era stato nel 2018 l'ex nunzio apostolico a Washington, Carlo Maria Viganò, che aveva chiesto pubblicamente la testa dell'attuale Pontefice, secondo lui, reo di sapere della condotta di McCarrick.

-> Il Rapporto McCarrickqui

Ma nelle 450 pagine del dossier, basate su 90 interviste e sulla consultazione di archivi, viene sottolineato come Bergoglio, non appena ricevute le prime prove dei ripetuti abusi del prelato su minori, abbia preso provvedimenti.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Chiesa francese scopre l'orrore della pedofilia nei luoghi di culto

Francia, 3.000 pedofili nella Chiesa cattolica a far data dal 1950

Il mea culpa della Chiesa polacca: si indaga su 300 casi di abusi su minori