ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Boom dell'assistenza domiciliare, in Spagna cresce tra il 20 e 40%

Access to the comments Commenti
Di Carlos Marlasca  & Giulia Avataneo
euronews_icons_loading
Boom dell'assistenza domiciliare, in Spagna cresce tra il 20 e 40%
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Denise è una 67enne spagnola che nonostante qualche acciacco ha ancora uno stile di vita molto attivo. Tiene molto alle sue passioni, i viaggi, l'arte e l'artigianato. Ma da qualche anno a questa parte i suoi problemi di salute hanno reso necessario un aiuto quotidiano, così ha assunto Cristina, un'assistemte domiciliare.

"A una certa età la vista peggiora - racconta la pensionata - Concentrarsi è più difficile così decidi che hai bisogno di qualcuno che ti dia una mano".

La crescita dell'assistenza a domicilio

La pandemia ha fatto registrare un vero e proprio boom dell'assistenza domiciliare in Spagna. Il motivo è semplice, nella sua drammaticità: più della metà dei decessi per coronavirus - oltre 21 mila si sono verificati nelle case di riposo. Ma ci sono anche ragioni personali dietro questa scelta.

"Sono a casa, in mezzo alle mie memorie - dice Denise - Tutto quello che ho intorno mi ricorda la mia vita. Non ci rinuncerei per niente al mondo. Non andrei mai in una casa di riposo."

Un mestiere in evoluzione

Negli ultimi tre anni Cristina è stata un aiuto costante per Denise. Si assicura che prenda le medicine, che abbia tutto ciò che le serve e la aiuta negli esercizi di fisioterapia.

"C'è più informalità - spiega - mi piace lavorare in un ambiente familiare. Una casa di riposo sembra un contesto un po' freddo".

Le società che forniscono assistenza domiciliare stimano una domanda in crescita dal 20 al 40%. In alcuni casi gli introiti sono raddoppiati rispetto agli anni scorsi. Ma la pandemia ha cambiato anche il modo di affrontare questa mansione.

Claudia Gómez è la fondatrice di Senniors, una società che mette a contatto domanda e offerta. "Penso sia essenziale mettere al centro l'anziano - dice - tener informata la famiglia su tutto ciò che succede, anche dal punto di vista emotivo".

Il successo degli assistenti domiciliari è legato alla percezione delle case di riposo come luoghi insicuri durante la pandemia. In più, l'80% degli anziani preferisce restare a casa.